Jo Squillo, pseudonimo di Giovanna Coletti, nasce a Milano il 22 giugno 1962. Esordisce con le Kandeggina Gang con cui, nel 1980, incide il 45 giri Sono cattiva/Orrore. L’anno successivo esce l’LP solista Girl senza paura dove emerge il suo spirito anarchico e ribelle. Il disco, di connotazione punk rock, viene apprezzato non solo in Italia ma anche in Germania.

 

Nel 1982 collabora con i Kaos Rock e l’anno successivo partecipa al Festivalbar con Avventurieri. Il 33 giri Bizarre, dove è contenuto il brano I Love Muchacha, uscirà nel 1984. Questa canzone ha un grande successo. Viene scritta in italiano, francese, tedesco e spagnolo.

Nel 1991 partecipa al Festival di Sanremo in coppia con Sabrina Salerno con il brano Siamo donne. L’anno successivo Jo Squillo viene nuovamente selezionata per partecipare al Festival ma, all’ultimo momento, viene esclusa perché il suo brano Me gusta il movimento non era un brano inedito.

Sull’onda del clamore mediatico scaturito dall’esclusione da Sanremo l’album Movimenti ha un discreto successo. Nel 1992 Jo Squillo muove i suoi primi passi nel mondo della televisione e diventa conduttrice alternando questo nuovo impegno a quello di cantante.

Jo Squillo: tanta tv

Ha presentato diverse trasmissioni televisive: Il Grande Gioco dell’Oca su Rai 2, Il Festival di Castrocaro e Sanremo famosi per Rai 1, Bit Trip per la TV Svizzera, Kermesse per Rai 1, Una città per cantare per Rete 4 e il programma TV Moda da cui nascerà poi Class TV Moda trasmesso su Sky e diretto dalla cantante.

Contemporaneamente escono l’album Noi nel ’94 e il singolo Jo in the Jungle nel ’97. Nel 2009 realizza una versione dance di Siamo donne e il 21 giugno partecipa al concerto organizzato da Laura Pausini Amiche per l’Abruzzo tenutosi allo stadio di San Siro.

Nell’ultimo decennio Jo Squillo si è dedicata spesso ai temi riguardanti la violenza sulle donne.

Jo Squillo
Jo Squillo