Nuovo anno a Milano - foto di Franco Brandazzi
Nuovo anno a Milano - foto di Franco Brandazzi

Nuovo anno a Milano: che cosa ci aspetta in questo 2020?

 

Milano negli ultimi anni è cresciuta sotto ogni punto di vista. Ritengo che, ma questa è una opinione personale, la bilancia penda sulle cose positive anche se, lo sappiamo i problemi non mancano. 

Come nostra abitudine e soprattutto a fronte del nostro nome, milano da vedere, continueremo a raccontare quello che di bello c’è ed accade in città, lasciando ad altri le questioni negative, i problemi e tutto quello che non va. Non perchè non si vedano o non ci si renda conto, ma semplicemente perchè non è il nostro compito.

Essendo però l’inizio di un nuovo anno, vogliamo anche noi dare una sbirciata a quello che potrà essere questo 2020 e quindi cercare di capire come sarà questo nuovo anno a Milano.

Partiamo da un dato, questa volta politico: manca poco più di un anno alle elezioni del sindaco. Non sappiamo se Sala si ricandiderà o meno (lo scopriremo a breve mi sa) ma quel che è certo, la storia ce lo insegna, questi mesi che si separano dalle elezioni saranno per forza di cose “condizionati”.

Ribadendo che non mi occupo di politica, non ho nessuna intenzione di candidarmi nè di sostenere questo o quello, faccio un paio di ragionamenti, giusti o sbagliati che siano e mi domando: l’attuale sindaco prenderà una decisione quest’anno, per esempio, in merito alle sorti di San Siro? Non sarà condizionato dalle imminenti elezioni?

E sullo stesso tenore, le altre opere ed iniziative, non saranno pensate anche in funzione delle elezioni? Parliamoci chiaro: una iniziativa importante per la città può accontentare alcuni e scontentare altri. La decisione se portare avanti che so, la riapertura dei navigli, non sarà presa solo se i benefici elettorali saranno superiori al rischio di scontentare troppo elettori?

Il dubbio, ma posso e spero di sbagliare, è che il nuovo anno a Milano possa essere un po’ più fermo rispetto al 2019 appena concluso. E’ anche vero però che Milano ormai è una macchina difficile da fermare: troppe sono le cose che si stanno facendo e che non possono essere fermate per questioni elettoral-politiche.

Come sempre quindi non ci resta che aspettare e vedere cosa accade: dal canto nostro, cercheremo anche per questo nuovo anno di portare sempre più in alto la consapevolezza che Milano è una città unica e meravigliosa.

Nuovo anno a Milano - foto di Franco Brandazzi
Nuovo anno a Milano – foto di Franco Brandazzi
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...