Monte Isola è una montagna verde al centro del lago d’Iseo ed è l’isola più alta tra i laghi europei e la più grande in Italia. Siamo in provincia di Brescia.

 

Il lago d’Iseo in antichità era il lago Sebino. Monte Isola all’epoca era semplicemente una zona boscosa. Sulla sua sommità sorgeva un tempio pagano. Nel 400 d.C. venne cristianizzata dal vescovo San Viglio.

Tre secoli più tardi i Longobardi affidarono il territorio alle Benedettine di San Salvatore con il compito di bonificarlo. Nel 1091 i cluniacensi di Provaglio fondano un monastero sull’isola di San Paolo. Furono loro ad avviare la produzione di reti da pesca che prospererà per i secoli successivi.

Intorno al 1300 inizia l’edificazione della Rocca Martinengo. Sul finire del secolo arriverà Matteo II Visconti ospite degli Oldofredi per partecipare alla caccia alle anatre.

Nel 1426 l’intero territorio è sotto il dominio della Repubblica di Venezia che darà un impulso alle attività legate alla pesca e alla fabbricazione delle reti. Nel 1834 a Lovere comincia la navigazione a Vapore che porta a Iseo e Sarnico.

Di cose da vedere a Monte Isola ce ne sono diverse e, dal momento che qui la circolazione delle auto non è consentita, è molto bello andare in perlustrazione a piedi o in bici. Dalla costa partono diversi sentieri e mulattiere che conducono in cima al Santuario della Madonna della Ceriola. E’ la chiesa più antica dell’isola, un piccolo scrigno che custodisce preziosi affreschi del XVI secolo e un’icona in legno dorato.

Dalla chiesetta il panorama è meraviglioso. Abbiamo una visione a 360° di tutto il lago. Vediamo anche le isolette di San Paolo e di Loreto annesse a Monte Isola. Scendiamo e ci dirigiamo verso Siviano, il capoluogo. Sul percorso incontriamo alcune antiche frazioni dell’isola e rimaniamo incantati da questi piccoli centri storici che hanno un fascino unico. Anche Siviano con le sue caratteristiche medievali cattura la nostra attenzione.

Nel 2016 il lago d’Iseo fu protagonista dell’installazione artistica temporanea dell’artista Christo. Sulzano, Monte Isola e l’Isola di San Paolo vennero collegate da una serie di pontili gialli galleggianti. La ricordate?

monte isola
monte isola