Milan-Inter: le maggiori curiosità sulle semifinali di Champions

122
Milan-Inter: le maggiori curiosità sulle semifinali di Champions
Milan-Inter: le maggiori curiosità sulle semifinali di Champions

Prezzo dei biglietti, incassi potenziali, flussi turistici, diritti televisivi, piani sicurezza, quote dei bookmakers e potenziali favorite. Milano è pronta ad accogliere non solo l’Euroderby di Champions che varrà la finale di coppa, ma anche tutte le dinamiche collaterali e le curiosità che accompagneranno una delle stracittadine più sentite d’Italia. Fischio d’inizio: 10 maggio, ore 21:00 (Milan in casa).  Gara di ritorno: 16 maggio, ore 21:00.

La doppia sfida del San Siro assume una valenza turistica, oltre che sportiva. Spettatori da tutto il mondo sono previsti nel capoluogo meneghino per vedere il primo big match al San Siro. La ricaduta positiva è sulla filiera dell’hospitality. Le infrastrutture ricettive, stando alle rilevazioni di Tuttosport,  hanno triplicato i prezzi delle camere d’albergo. Si parla di incrementi fino a 700 euro: una doppia pre-derby a 300 euro adesso ne vale 1.000. Non fanno differenza le stelle: tre o quattro che siano (e non parliamo di scudetti sulla maglia), i prezzi sono lievitati quasi ovunque. Per alcuni è già scandalo.

Sempre in tema prezzi è interessante, e curioso, notare che il popolo di fede nerazzurra pagherà il biglietto d’ingresso più dei milanisti, nonostante il settore sia lo stesso. Sembra infatti che per la gara d’andata il Milan abbia riservato ai propri tifosi un trattamento più vantaggioso di quanto non faccia l’Inter con i suoi nella gara di ritorno. Ad esempio: primo anello verde e blu, 104 euro per i rossoneri e 149 euro per i nerazzurri; primo arancio Milan, 169 euro, primo arancio Inter, 199 euro. Consultare il pricing delle due società per acquistare in maniera consapevole. Spettatori previsti: sold-out con 76.000 presenze.

Dagli incassi potenziali dei club si passa a quelli reali, strettamente legati alla semifinale di Champions: l’introito totale (somma tra bonus partecipazione, ricavi del ranking, market pool e bonus maturati durante il girone, ottavi, quarti e semifinali) è stato finora di 85,7 milioni per i rossoneri e 85,3 milioni per i nerazzurri. La finalista di aggiudicherà invece 15,5 milioni. La vincente, altri 10,6 milioni (dati Milano Finanza).

Sulla falsa riga di Inter Benfica o Milan Napoli di Champions  saranno sicuramente implementati i piani sulla sicurezza opportuni, preposti all’ordine pubblico, e possibili deviazioni o modifiche del servizio di trasporto urbano su gomma e binario, metro compresa. La decisione del garante, che ha stabilito la messa in onda dell’evento sportivo senza obbligo di acquisto dell’evento sulle pay-TV, consente di decongestionare ulteriormente le aree interessate dal traffico veicolare e pedonale. Un buon risparmio per l’utente finale che potrà evitare i costi del tagliando al San Siro e le spese aggiuntive che normalmente si aggiungono al biglietto: ristorazione, varie ed eventuali.

Sul versante diritti TV, è quindi confermato che entrambe le sfide verranno trasmesse in chiaro (andata su TV8, ritorno su Canale 5). L’Agcom ha stabilito che l’Euroderby di Champions, i cui diritti sono di proprietà della piattaforma a pagamento di Bezos, rientra tra gli eventi di particolare rilevanza per i quali è necessario assicurare la diffusione gratuita per l’utente finale sul territorio nazionale. Insomma, il divano di casa sembra averla spuntata, almeno stavolta.

Infine, sul versante pronostici, le quote sul passaggio del turno in Champions League assegnano maggiori possibilità di successo all’Inter, nonostante la storia sia a favore dei rossoneri (vedi i precedenti del 2003 e del 2005). Secondo i bookmakers, Simone Inzaghi intravede la finale all’Ataturk di Istanbul, nonostante l’ipotetico match conclusivo sia a favore delle altre due finaliste: City e Real. Nerazzurri leggermente in crescita sul piano mentale, soprattutto in seguito agli ultimi successi in Europa e alla consapevolezza di puntare addirittura a tre finali (oltre alla Champions c’è in gioco la Coppa Italia e la Supercoppa). Pioli si fregia del vanto di aver eliminato la grande favorita tra le italiane: il Napoli delle meraviglie. Il doppio confronto al San Siro toglierà ogni dubbio.