Taroz, ricetta tradizionale della Valtellina e della Valchiavenna è un piatto tanto semplice quanto gustoso. Il nome Taroz deriva dall’attrezzo che veniva utilizzato per tarare, ovvero mantecare le patate ed i cornetti con il burro e ed il formaggio. Di origine contadina, cucinato con prodotti del territorio, è un piatto che se non si è valtellinesi difficilmente si conosce.

Gustosissimo, semplicissimo facilmente replicabile, anche a casa. Eccovi la ricetta. Per quattro persone occorrono:

400 gr di patate
300 gr di fagiolini
200 gr di Valtellina Casera DOP
150 gr di pancetta
150 gr di burro
1 cipolla
Sale
Pepe

 

Mettete a bollire in una pentola di acqua salata i fagiolini con le patate tagliate a cubetti. Nel frattempo tagliate il formaggio a strisce sottili e la pancetta a cubetti. Tritate finemente la cipolla e mettetela a soffriggere con il burro e la pancetta.

Quando le verdure saranno pronte scolatele e mettetele in un terrina. Schiacciatele con una forchetta fino a ridurle quasi ad una purea. Salate e pepate. Prendete una teglia e mettete uno strato di verdure alternandolo ad uno di formaggio e così via fino all’esaurimento degli ingredienti.

Versate il soffritto di cipolla e pancetta sui taroz. Servite così o, se preferite, passateli in forno per creare una crosticina croccante. Ottimi in entrambi i casi. La ricetta dei taroz può essere realizzata anche senza pancetta oppure utilizzando i fagioli borlotti al posto dei fagiolini. In questo caso i tempi di cottura saranno più lunghi ma il risultato sarà sempre strepitoso.

Per altre ricette lombarde: milanodavedere.it/cucina-lombarda/

taroz
taroz