Elia Lombardini, zona navigli

0
1234
elia lombardini
elia lombardini

Elia Lombardini, potremmo dire zona navigli. Infatti siamo tra la Ripa di Porta Ticinese e via Argelati. Ma oggi parliamo dell’uomo, dell’ingegnere.

Nato alla fine del 1700 a causa della morte prematura del padre ed alle conseguenti difficoltà economiche fece fatica ad iscriversi all’università, ma una volta riuscito si laureò a Bologna.

Mente acuta, ottenne quasi subito il ruoto di aiuto ingegnere nel Consorzio Arginisti Cremonesi per poi trasferirsi a Milano con la qualifica di Ispettore Aggiunto per le Acque. L’arrivo a Milano fu anche l’occasione di entrare in contatto e diventare amico di Carlo Cattaneo. 

Una carriere importante quella che di Elia Lombardini, anche se condizionata da uno stato di salute non eccelso; diventato infatti direttore generale dei lavori pubblici per la Lombardia, in seguito ad un lavoro che svolse in quel di Modena, si ammalò, senza riprendersi mai completamente.

Per questo motivo nel 1856 riuscì ad ottenere il riposo anticipato: sfruttò questa occasione per continuare i suoi amati studi di ingegneria.

Gli venne conferita l’onorificenza dell’Ordine Imperiale della Corona di Ferro dall’Impero austriaco.

Elia Lombardini morì nel 1878 a Milano.

elia lombardini
elia lombardini