Sergio Dangelo

Nato a Milano nel 1932, Sergio Dangelo  fin da giovane ha viaggiato attraverso l’Europa: Svizzera e Francia le mete principali prima di trasferirsi a Bruxelles. Qui entra in contatto con  gli ambienti surrealisti e con il gruppo Cobra.

Il suo primo disegno è del 1943: tratto freddo e lirico come definito da Guido Ballo, denota fin da subito la rapidità esecutiva, che sarà una costante della sua espressione figurativa.

Insieme ad Enrico Baj forma il Movimento della Pittura Nucleare: parte da una riflessione sulla modernità sempre più interessata alle ricerche dell’atomo, “la finalità è quella di ricostruire un ipotetico paesaggio nucleare attraverso la più ampia sperimentazione di materiali e tecniche“.  “ I Nucleari vogliono abbattere tutti gli ismi di una pittura che cade inevitabilmente nell’accademismo, qualunque sia la sua genesi. Essi vogliono e possono reinventare la Pittura. Le forme si disintegrano: le nuove forme dell’uomo sono quelle dell’universo atomico. Le forze sono le cariche elettroniche. La bellezza ideale non appartiene più ad una casta di stupidi eroi, né ai robot. Ma coincide con la rappresentazione dell’uomo nucleare e del suo spazio. ”



Nel 1957 firmò il Manifesto contro lo stile insieme a Enrico Baj, Yves Klein, Arnaldo Pomodoro, Giò Pomodoro, Pierre Restany, Piero Manzoni, Paolo Pasotto, Arman e altri, nel quale si affermava il superamento dell’arte nucleare

Negli anni sessanta matura un interesse verso la cultura orientale che trova espressione nelle rappresentazioni di ideogrammi e grafie nei dipinti costituiti da tessiture sottili e raffinate influenzate dalle bianche calligrafie di Tobey.

Il 21 luglio 1998 fonda a Milano “Il nuovo costruttivismo Manifesto” con Orazio Bacci.  “L’arte è al punto del “non ritorno”…. Viviamo tempi difficili; la massa si riflette nell’oro…. Arte come progetto di vita…. “.  5 le mostre tra il 2002 e il 2007 tenute a Milano negli spazi della storica Libreria Bocca. 

Sono acrobatico, ogni giornata della mia vita è un mio periodo artistico“. Sergio Dangelo.


Milano (è) da vedere

Vuoi conoscere meglio il ‘900 ? Clicca qui

Qualche passeggiata per Milano? Clicca qui!

Vuoi conoscere le botteghe storiche? Ecco la pagina giusta!

Seguici su Facebook.