candeggina
candeggina

Candeggina, amuchina, disinfettante… parole ormai all’ordine del giorno.

 

E poteva il nostro poeta mascherato non prendere spunto per creare, anzi, portare qualche modifica ad una canzone che tutti conosciamo?

Lo sappiamo, il milanese scherza su tutto. Ed in momenti come questi si prodiga per strapparci un sorriso. FORZA!!!!

 

Disen che con ‘sto virus “sono cavoli”
e francament gh’hann minga tutt’i tòrt,
l’ha giamò impestaa on casin de pòpoli
l’hann dii a la TV on milion de vòlt;
mì speri che se offendarà nissun
se hoo trovaa ‘l rimedi anca per numm

Oh mia bèlla candeggina
che te tègni in di mè man
te consumi ògni mattina
‘me s’el fuss on tòcch de pan,
te fee part de la mia vita
te doperi anca doman
canten tucc
“senza de tì Milan el moeur”
Mì te strengi in di mè man!

Adèss che ’sta faccenda l’è emorragica,
guardèmmes in di oeugg on momentin
sarèmmes in di cà, l’è nò inscì tragica,
se tratta de fà on sfòrz anmò on ciccin
sperèmm che vègna minga la mania
de fà tutt ‘sti corsètt giò in la via….

Oh mia bèlla candeggina
che te tègni in di mè man
te consumi ògni mattina
‘me s’el fuss on tòcch de pan,
te fee part de la mia vita
te doperi anca doman
canten tucc
“senza de tì Milan el moeur”
Mì te strengi in di mè man!

Sù, doprèmm senza paura
candeggina com’el pan
tucc che freghen con passion,
sì sèmm daccòrd,
inscì salvarèmm Milan!