Tre cose al chiuso...
Tre cose al chiuso...

Questo autunno piovoso può diventare un buon modo per scoprire tre luoghi speciali di Milano…

 

La Cappella Portinari sicuramente è uno di questi. Un piccolo gioiello custodito dentro a Sant’Eustorgio. Merita di essere visto ( e rivisto…). Realizzata a metà del 1400 su commissione di Pigello Portinari, rappresenta un meraviglioso esempio del Rinascimento.

Visitare Sant’Eustorgio è un’esperienza che lascia a bocca aperta. La visita comprende la Basilica  ed il suo museo ed il Museo Diocesano, dove fino al 26 gennaio sarà possibili vedere L’Adorazione dei Magi di Artemisia Gentileschi.

Per gli amanti del tram (ma anche per quelli un po’ più pigri…), consiglio di salire sull’1 in Piazza Castello e lasciarsi trasportare sulle rotaie alla scoperta del centro e di tutta la bellezza che racchiude: Porta Nuova, Piazza della Scala, il Castello, Cadorna, l’Arco della Pace…Un tour per gustarsi Milano dal finestrino, alla modica cifra di 2 euro…

E poi proviamo a riscoprire il cinema… Milano è ricca di sale meravigliose, che vanno dall’Odeon, all’Anteo, al Gloria, al Colosseo… Questi cinema che riportano a qualcosa di un po’ meno commerciale delle multi sala di ultima generazione e che nei pomeriggi piovosi allontanano dal caos cittadino per farci sognare un po’. Film belli, per fortuna, ne fanno ancora!

Se si vuole proprio esagerare e concedersi un lusso (perchè il costo è da sciuri...), finito il film regaliamoci un sacchetto di caldarroste, così solo per sentirci di nuovo come i bambini che siamo stati e ritrovare un po’ di quella gioia golosa che custodiamo nella nostra memoria.

1 commento

Comments are closed.