Casa 770 in via Poerio. Foto Urbanfile
Casa 770 in via Poerio. Foto Urbanfile

Cosa sarà mai Casa 770? Passeggiando per Milano non è difficile imbattersi in luoghi particolari, bizzarri e stravaganti. Oggi ci dirigiamo verso via Carlo Poerio 35, ai margini di Porta Venezia, per conoscere un edificio la cui storia storia è davvero singolare.

Nel 1940, un gruppo di ebrei ortodossi della numerosissima comunità dei Lubavitcher emigrò a New York. Il gruppo acquistò una casa in stile gotico al numero 770 di Eastern Parkway a Crown Heights per il rabbino Yoseph Yitzchak Schneerson, che era arrivato direttamente dall’Europa per sfuggire alle persecuzioni dei nazisti.

Dopo la scomparsa del rabbino la casa fu ereditata dal genero che, grazie al suo carisma e alla sua grande devozione, fece della casa newyorkese un punto di incontro fondamentale per la comunità ebraica. Fu proprio questo a portare alla volontà di replicare questi luoghi di devozione e culto in tutto il mondo. Ad oggi si contano ben dodici case 770 tutte uguali tra loro, di cui l’unica in Europa si trova proprio a Milano.

Passando per via Poerio la si nota subito: vederla sembra una casa olandese, è stretta e si sviluppa in altezza, ricorda le tipiche architetture del nord Europa. Nonostante risulti insolita nel suo aspetto, non stona con le case adiacenti e con il quartiere anzi, si mischia armoniosamente al paesaggio. Una cosa è certa.. è da vedere.

Vuoi conoscere altri palazzi milanesi? Clicca QUI

Milano da Vedere