Una decina di giorni fa, la rubrica Adventure & Travel del Wall Street Journal, pubblicava un articolo su Milano: “Be a turist in Milan” di Andrew Ferren.

Sempre più spesso Milano viene citata in ambito turistico, come meta da non perdere se si viene in Italia.

Il cambiamento della città negli ultimi dieci anni è stato importante: zone nuove, riqualificazione di altre, aumento delle zone pedonali, piste ciclabili, ampliamento delle linee metropolitane… Milano, come sempre, ha viaggiato più veloce delle altre città.

Una delle componenti fortunate nel diffondere la bellezza della nostra città, sono stati sicuramente i social network. Milano da Vedere, banalmente, nasce proprio con quell’intento. Una paginetta creata nel 2011 per raccontare ad alcuni amici che vivevano all’estero, quante cose belle c’erano anche qui.

Nel giro di qualche mese le persone sono diventate ventimila e a quel punto era chiaro che Milano stava diventando quella che noi da sempre definiamo “una città d’arte”, al pari di Firenze, Venezia e Roma.

Oggi ci riempie quindi di orgoglio sapere che la nostra bellissima città è amata e ammirata anche all’estero.

Ecco, va solo aggiunta una piccola nota: ma a noi milanesi che eravamo un po’ snobboni anche quando Milano aveva l’aria nera degli scarichi delle auto, delle fabbriche e dei riscaldamenti a gasolio, adesso che ce la citano anche sul Wall Street Journal, come faremo a non farci scappare un sorrisino spavaldo alla domanda “Ma tu di dove sei?”…


Torna alla pagina principale

Per conoscere davvero Milano comincia cliccando qui

Seguici anche su Instagram! Ecco nostra pagina! www.instagram.com/milanodavedere