Postalmarket
Postalmarket

Era il 1959, quando Anna Bonomi Bolchini fonda a Milano Postalmarket. Prendendo spunto dalla vendita per catalogo utilizzata in America.

La rivista è subito un successo e diventa nei decenni a seguire un must per tutte le donne (e per i ragazzini che adoravano la parte dedicata agli intimi femminili…). Altro che gli acquisti online di oggi: con Postalmarket abbiamo bramato l’arrivo di un pacco come se fosse Natale anche ad agosto.

E infatti il jingle pubblicitario diceva proprio “Con Postalmarket sai, uso la testa. Ed ogni pacco che mi arriva è una festa…“. La festa per la rivista finisce in maniera definitiva nel 2015, quando il tribunale di Udine ne dichiara il fallimento. Ma il sogno imprenditoriale di Anna Bonomi Bolchini, è stata una meravigliosa realtà. Era la moda con prezzi accessibili per tutte le tasche.

I capi più belli venivano consigliati anche su riviste come Vogue o Elle, e dalla sua copertina sono passate davvero tutte le donne più famose: da Ornella Muti a Cindy Crawford, da Monica Bellucci a Brooke Shields. E poi la Vanoni, la Shiffer, Carol Alt… Un tripudio di bellezze indimenticabili.

La donna dietro a questo successo, nasce in una famiglia di imprenditori. Il padre è un famoso costruttore, che alla sua morte le lascia una grande eredità immobiliare. Porta avanti l’attività di famiglia, cambiando il nome in Bonomi Camolli. Per citare un paio di esempi, si deve a loro la costruzione del Pirellone e di San Felice, la prima città satellite milanese (Milano Due, arriverà qualche anno più tardi).

Anna Bonomi Bolchini ci lascia nel 2003 all’età di 92 anni. Una grandissima imprenditrice finanziaria (a questi livelli probabilmente l’unica). Infatti per tutti lei resta Lady Finanza


www.milanodavedere.it

www.facebook.com/milanodavedere