lunedì,15 Luglio,2024
HomeProvinciaVaprio d'Adda, un tesoro lombardo

Vaprio d’Adda, un tesoro lombardo

Vaprio d’Adda, incantevole borgo situato proprio sul confine tra Milano e Bergamo, rappresenta un crocevia storico di straordinaria importanza.

Le sue origini risalgono al III secolo d.C., quando l’esercito romano di Marco Aurelio Claudio si accampò nei pressi del ponte di Aureolo durante la marcia verso il lago di Garda. Nel periodo longobardo, questo territorio assunse un ruolo cruciale, e sulle rovine dell’accampamento romano sorsero i primi insediamenti monastici benedettini, intorno al VII secolo. La presenza dei monaci conferì a Vaprio un’impronta indelebile, culminata con la costruzione della chiesa di San Colombano nel XII secolo.

Durante il Medioevo, Vaprio d’Adda fu teatro di scontri tra le potenti famiglie Visconti e della Torre. Il borgo aveva una posizione strategica fondamentale: il suo territorio, attraversato dal fiume Adda, costituiva una barriera naturale contro le invasioni nemiche.

Nel corso dei secoli, Vaprio d’Adda assunse un ruolo di rilievo strategico e militare, testimoniato dalla presenza dei castelli di Trezzo sull’Adda, Cassano e Brivio. Il castello di Vaprio, ricostruito più volte nel corso della storia, fu un baluardo della famiglia Torriani e fu teatro di importanti eventi, tra cui la vittoria dei ghibellini milanesi sui guelfi durante la crociata del 1324. Oggi del castello non c’è più traccia.

Vaprio d’Adda, dal Rinascimento ai giorni nostri

Il XVI secolo segna l’avvio dei lavori per la costruzione del Naviglio Martesana, un progetto di ingegneria idraulica di grande rilevanza per la regione. Celebre è l’ospitalità offerta a Leonardo Da Vinci  presso Villa Melzi, dove il genio rinascimentale si dedicò agli studi sulla canalizzazione delle acque. Nel corso dei secoli successivi, il comune visse sotto il dominio spagnolo, austriaco e francese.

Il XIX secolo porta una nuova fase di sviluppo industriale, con la fondazione di filande e stabilimenti tessili. Tuttavia, è anche un periodo segnato da conflitti e cambiamenti politici, come testimoniato dalle lotte operaie, dall’occupazione durante il fascismo e dalle due guerre mondiali.

Oggi, Vaprio d’Adda conserva preziosi tesori storici ed artistici, tra cui la chiesa romanica di San Colombano del XII secolo, dove i bassorilievi, i capitelli e le figure zoomorfe evidenziano lo stile romanico. Ma anche la chiesa parrocchiale neoclassica dedicata a San Nicolò Vescovo, dove si trovano alcuni affreschi di Natale Riva, allievo di Hayez.

Ci sono poi le maestose ville, come Villa Melzi e Villa Castelbarco. Inoltre, la Casa del Custode delle acque, dove si trova la Galleria Interattiva Leonardo in Adda che offre ai visitatori un’affascinante esperienza alla scoperta del genio di Leonardo da Vinci.

Attraverso i secoli, Vaprio d’Adda ha mantenuto intatta la sua bellezza e il suo fascino, accogliendo i visitatori con la sua ricca storia e la sua autentica atmosfera. Scopri questo tesoro nascosto nel cuore della Lombardia e lasciati incantare dalla sua bellezza senza tempo.

Vaprio d'Adda
Vaprio d’Adda
A tal proposito

Più letti