fbpx
Provincia Cornaredo, dall'antico cun la ret

Cornaredo, dall’antico cun la ret

-

- Advertisment -

Cornaredo, comune situato ad ovest di Milano, sin dall’ origine era abitato da due comunità distinte: la frazione di San Pietro all’Olmo situata lungo l’antica via ad Vercellas e il capoluogo Cornaredese.

 

L’esistenza certa del capoluogo risale a prima del 894, data in cui viene ricondotta una pergamena in cui si cita la località Cornalede.

L’ origine del nome Cornaredo come sempre non è certo: sono infatti diverse le teorie, tra cui quella che fa riferimento all’antica chiesa di San Pietro all’ Olmo dove si trova un affresco raffigurante San Pietro con la rete  (in latino Sanctus Petrus cum rete); il nome del paese sarebbe da ricondursi al termine “cum rete” che le storpiature dialettali trasformarono in “cun la ret”.

Cornaredo: un poco di storia

Furono diversi gli avvicendamenti delle famiglie locali, tutte coinvolte nella battaglia per la supremazia di Milano. I Della Torre e i Visconti si confiscavano a vicenda le terre cornaredesi.

La famiglia Visconti possedette un castello a Cornaredo che nel 1399 venne ceduto da Luchino Novello Visconti alla Certosa di Garegnano, per contribuire alle spese dei lavori di costruzione del monastero milanese.

Intanto a Cornaredo si affacciavano i Dugnani che, affermandosi col passare del tempo,  divennero i maggiori proprietari terrieri. Nel 1672 Gerolamo Dugnani diventò proprietario del feudo di Cornaredo che i governanti spagnoli avevano messo in vendita. Con il titolo di Conte, il Dugnani aveva acquisito anche il diritto di amministrare la giustizia sul territorio locale.

Con la venuta in Italia di Napoleone Bonaparte i Dugnani persero il titolo nobiliare. Cornaredo vide un rinnovamento profondo con l’arrivo dell’industriale cotoniero Andrea Ponti che prendendo accordi con la famiglia Serbelloni Sfondrati in pochi anni diventò proprietario della metà del territorio comunale.

Cornaredo ed il Gamba De Legn

Tra le iniziative promosse dal Ponti la più importante fu il Gamba De Legn, una linea di tram che, oltre a rendere più agevoli i collegamenti, è entrata nel cuore della gente che ancora oggi lo ricorda con affetto.

cornaredo gamba de legn foto proloco
cornaredo gamba de legn foto proloco

Ultime

Insalata di nervetti: che antipasto!

Insalata di nervetti. E’ un antipasto tipico della cucina milanese. Che non c’entra nulla coi nervi. Strano, viene da...

Langhe Chardonnay Memundis

Langhe Chardonnay Memundis Vitigno: 100% Chardonnay Vigneti: In Madonna di Como, Alba Vendemmia: Manuale, inizio Settembre Vinificazione e affinamento: Selezione in vigna delle...

Biblioteca Nazionale Braidense

Biblioteca Nazionale Braidense. E’ situata all’interno del Palazzo di Brera e fa parte del suo sistema museale. E’ la terza...

Garbagnate Milanese, quante corti!

Garbagnate Milanese. Siamo nel Parco delle Groane a nord di Milano.   I primi insediamenti risalgono ai celti o ai romani....

Pier Alessandro Paravia. Una via e…

Pier Alessandro Paravia è stato un letterato e professore di eloquenza presso l’Università di Torino.   Nacque a Zara nel 1797...

Castelponzone in quel di Cremona

Castelponzone è una frazione del comune di Scandolara Ravara e si trova dalle parti di Cremona.   Il nome deriva dagli...

Più letti

Insalata di nervetti: che antipasto!

Insalata di nervetti. E’ un antipasto tipico della cucina...

Langhe Chardonnay Memundis

Langhe Chardonnay Memundis Vitigno: 100% Chardonnay Vigneti: In Madonna di Como,...
- Advertisement -