fbpx

San Matteo alla Banchetta

Più letti

San Matteo alla Banchetta. Che nome è mai questo? Chi lo conosce? Difficile, sì, anche se siamo in centro. Siamo proprio dove la via Santa Maria alla Porta finisce ed inizia via Santa Maria Fulcorina, a due passi da corso Magenta.

Qui, stretta quasi come in una morsa, appare questa minuscola chiesa settecentesca con in suo piccolo campanile. E’ suggestivo fermarsi qui davanti ad ammirarla e soffermare lo sguardo sul portale adornato da un cherubino.

Il nome curioso di questa chiesa verrebbe, il condizionale è d’obbligo, da una banca che sorgeva proprio qui a fianco, della famiglia dei Fagnani. Ma è altrettanto possibile che fu una panchetta in pietra posizionata accanto all’ingesso su cui si sedevano, sfiniti, i viaggiatori appena entrati in città, a dare questo appellativo a questa chiesa, San Matteo alla Banchetta, che vi invitiamo ad andare a vedere.

Prima che vi precipitiate tutti lì, fateci aggiungere che potete sì vederla, ma dall’esterno: non è possibile visitare l’interno che per dirvela tutta, non sappiamo come sia. Abbiamo provato diverse volte a chiedere di poter entrare, ma non ci hanno mai dato risposta.

Torneremo all’attacco e mi terremo informati.

San Matteo alla Banchetta
San Matteo alla Banchetta

Ultime

Niguarda, da antico borgo agricolo a quartiere cittadino

Niguarda è uno dei quartieri di Milano situato nell’area settentrionale della città. Borgo agricolo di 810 anime a inizio...

Potrebbe interessarti