fbpx
32 C
Milan
mercoledì 24 Febbraio

Inconsapevole leggerezza del non sapere

Posso immaginare che siate sommersi di articoli, giornali e da quanto so, a breve anche di libri, che trattano l'argomento. Mi perdonerete se anche...

Stadler, passione per i gioielli in Corvetto

Più letti

Inconsapevole leggerezza del non sapere

Posso immaginare che siate sommersi di articoli, giornali e da quanto so, a breve anche di libri, che trattano...

Rotonda di San Lorenzo a Mantova

Siamo a Mantova ed eccoci davanti alla Rotonda di San Lorenzo. E' la chiesa più antica della città e già...

Fonderia Napoleonica Eugenia, suono di campane

Fonderia Napoleonica Eugenia si trova in via Genova Thaon di Rivel a Milano nel quartiere Isola. Oggi è un...
Danilo Dagradi
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

La storia della gioielleria Stadler comincia a Leno, provincia di Brescia,  nel 1924. L’arrivo a Milano è quasi 40 anni dopo, nel 1962 in piazzale Corvetto.

Quello che non cambia nel trasferimento è la passione con cui si lavora: passione che premia la gioielleria  per i tanti sacrifici fatti.

Racconta la signora Daniela, terza generazione della famiglia, il passaggio tra la prima bottega di nonno Rodolfo e l’attuale:” È stato un fornitore di mio nonno e di mio padre a comunicare la possibilità di rilevare l’attività dei titolari decisi a lasciare”.

Una scelta difficile e coraggiosa ma estremamente importante: oggi la gioielleria è un punto di riferimento non solo per chi abita in zona Corvetto, ma per tutti i milanesi e non solo.

Entrare da Stadler vuol dire anche poter ammirare i vecchi torni usati proprio da nonno Rodolfo per riparare gli orologi e tanti oggetti legati ad un passato ancora vivissimo.

Gioielleria Stadler, piazzale Corvetto, 1

gioiellieria stadler
gioiellieria stadler

Articolo precedenteBottega Storica di Milano
Articolo successivoSan Matteo alla Banchetta

Leggi anche qui

Camila Raznovich: radio, tv e…

Camila Raznovich nasce a Milano il 13 ottobre 1974 da genitori argentini, la madre di origini italiane e il...