fbpx
32 C
Milan
sabato 6 Marzo

Ponte della Ghisolfa, il cavalcavia Bacula

Ponte della Ghisolfa, ovvero il cavalcavia Bacula. Nessun milanese lo chiama così però. Siamo sulla circonvallazione esterna, nel pezzo che dal quartiere Ghisolfa arriva in...

Abbazia di Viboldone, una manciata di chilometri da Milano

Più letti

Ponte della Ghisolfa, il cavalcavia Bacula

Ponte della Ghisolfa, ovvero il cavalcavia Bacula. Nessun milanese lo chiama così però. Siamo sulla circonvallazione esterna, nel pezzo che...

Tavolini in piazza, una scelta che divide ma che a noi piace

Approfitto della foto di Nicoletta Saracco per un pensiero al riguardo dei tavolini, in questo caso, in piazza Sant'Alessandro. Non...

Vernate, il comune col Santuario e il Castello

Vernate è un piccolo centro della Bassa situato dalle parti di Binasco nella parte meridionale di Milano all’interno del...

Abbazia di Viboldone: solo una manciata di chilometri separano dal centro di Milano questo tesoro, purtroppo poco conosciuto e valorizzato. In fondo siamo qui per questo per cui vi portiamo a San Giuliano Milanese a scoprire questa incredibile opera.

Siamo in uno dei complessi più importanti della Lombardia: fondato dagli Umiliati nel 1176 venne completato solo due secoli più tardi nel 1348. L’edificio romanico rivela elementi gotici che ne ingentiliscono l’aspetto e soprattutto testimoniano il momento di passaggio tra i due stili.

Transizione ribadita anche all’interno dai cicli di affreschi che ornano le pareti. Se cercate prove tangibili del soggiorno di Giotto a Milano dovete assolutamente venire all’Abbazia di Viboldone.  L’influenza giottesca è immediata in tutto il milanese, i suoi modelli e le sue tecniche abbelliscono tutta la città. Se Milano conserva poco, qui vi potete fare un’idea di ciò che la città stava vivendo.

Tutti gli affreschi ricordano da molto vicino i cicli della cappella Scrovegni di Padova. Qui gli umiliati pregano, fabbricano stoffe e si fanno innovatori in campo agricolo fino alla soppressione di San Carlo che lo assegna nel ‘500 agli Olivetani a cui si devono gli inserti barocchi, in particolare gli altari.

Un romanico-gotico di pura tradizione lombarda, in cotto. Lo si intuisce anche dal campanile, con il consueto terminale a cono. E non perdetevi il portale d’accesso che svolge la sua funzione dal 1300.

Abbazia di Viboldone, Via dell’Abbazia, 7, 20098 San Giuliano Milanese, Viboldone MI

Abbazia di Viboldone
Abbazia di Viboldone

Leggi anche qui

Villa Reale Belgiojoso, l’atmosfera del romanticismo milanese

Eccoci davanti a Villa Reale Belgiojoso: ci troviamo di fronte ad uno dei capolavori milanesi che, manco a dirlo,...