fbpx
32 C
Milan
martedì 20 Aprile

Bosoni, una accordatura milanese

Più letti

Danilo Dagradi
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

Bosoni strumenti musicale “nasce” grazie ad Achille Bosoni nel 1968.

Achille, un musicista conosciuto a livello internazionale, grazie alla  sua esperienza e competenza tecnica, diventa un punto di riferimento per tutti i musicisti ed appassionati. E con lui la sua bottega.

Elencare il numero ed i nomi di coloro che qui sono passati sarebbe un lavoro quasi infinito: da Sinatra a Pavarotti, da Woody Allen a David Bowie, da Liza Minelli a Michael Bublè, qui generi, gusti e generazioni non hanno importanza. Quel che conta è la qualità!

La stessa qualità, quella di Bosoni, che ha fatto sì che il Teatro alla Scala, la Rai, il Lirico, il Teatro Nuovo, il Carcano…. chiedessero proprio qui assistenza ed ovviamente strumenti musicali. Ed anche Streheler e Luigi Nono passarono da queste parti durante la registrazione di, rispettivamente, “I Giganti della Montagna” e “L’Istruttoria“.

Durante la seconda metà degli anni ’70 Bosoni apre una scuola, di musica ovviamente, ed insegna metodologie e tecniche tradizionali e, primi in Italia, sperimenta e propone l’insegnamento dell’organo elettrico con un nuovo sistema.

Memorabile la data del 20 dicembre 1987: il Comune di Milano inaugurava la pedonalizzazione di Corso Vittorio Emanuele e Bosoni fornì 22 pianoforti a coda neri che suonarono durante quell’incredibile giornata.

Oggi Bosoni promuove iniziative che hanno come filo conduttore la divulgazione della musica, professionale quanto amatoriale: organizza lezioni, seminari e stage. Il tutto continuando quella che è la sua missione: mettere a disposizione a teatri, esecutori ed enti i meravigliosi strumenti che da anni deliziano tutti quanti noi.

bosoni
bosoni

Leggi anche qui

L’evoluzione dell’arte. E del pensiero.

Prendo spunto dall'ottimo post pubblicato questa mattina dall'amico Mario Donadio per una riflessione che da giorni mi ronza per...