fbpx

Arrotino Polli, la maestria milanese non delude mai

Più letti

Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

E’ arrivato l’arrotino: ricorderete tutti queste voci che fino a qualche anno fa si sentivano per le vie della città. Ecco, l’Arrotino Polli non arriva: dovete andare voi da lui.

La storia comincia nel 1890 quando Giuseppe Polli lascia Pinzolo per approdare a Chicago. Qui aprì la sua bottega ed insegnò il mestiere ai due figli, Gino ed Eriberto. Mentre il secondo si trasferì in seguito a New York, Gino arrivò a Milano nel 1952 e dopo aver rilevato un negozio di arrotino in corso di Porta Romana, mise in campo gli insegnamenti del padre.

Qui la bottega è rimasta fino al 2010:  i figli Ezio ed Ivo si sono trasferiti in via Bergamo ed ancora oggi quando entrate potrete ammirare la maestria di Ezio. E se pensate che il mestiere  ormai non serva più, siete fuori strada ed anche parecchio.

Da Ezio che con Andrea oggi guida la bottega, l’arte dell’affilatura è una cosa seria. La maestria milanese, come sempre, non delude. Mai.

arrotino polli
arrotino polli