fbpx
32 C
Milan
sabato 19 Settembre

Snøhetta, P35, Gioia 20 e P39: ecco qualche parola più semplice

Snøhetta, un nome che onestamente non so pronunciare. Ma la mia ignoranza non interessa in questa sede: questo è il nome dello studio di...

Milano a due ruote: si prosegue

Più letti

Snøhetta, P35, Gioia 20 e P39: ecco qualche parola più semplice

Snøhetta, un nome che onestamente non so pronunciare. Ma la mia ignoranza non interessa in questa sede: questo è...

Sant’Agnese, la giovane con l’agnello in braccio

Sant’Agnese, via poco distante dall’Università Cattolica di Milano e dalla Basilica di Sant’Ambrogio, è stata una santa romana martirizzata...

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta Milano rappresenta la capitale economica del nostro Paese ed è...
Danilo Dagradi
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

Milano a due ruote: sembra non fermarsi la spinta verso una città che vuole essere sempre più fruibile per tutti coloro che decidono di spostarsi con la bicicletta.

 

Badate bene: questa mia osservazione non è frutto nè di colloqui con il Comune nè tanto meno basata da una attenta analisi dei programmi urbanistici per il futuro. E’ semplicemente una deduzione, anche abbastanza semplice, frutto di alcune ore passate in giro per Milano, da nord a sud, passando dal centro, uscendo dai bastioni, tornando in centro ed arrivando in periferia.

Ecco, dopo aver macinato così tanti chilometri, a due ruote ma con un motore sotto, mi sono reso conto che tanti lavori che si stanno facendo in città, sembrano andare proprio in questa direzione: dar modo ai milanesi di spostarsi con la bicicletta non solo per le passeggiate domenicali, ma anche, se non soprattutto, per tutti quegli spostamenti necessari, tipo….andare al lavoro.

Di quanto fatto in corso Buenos Aires credo che se ne sia parlato in abbondanza quindi non tornerò sulla questione, ma quel che è certo è che in tante altre zone ho notato lavori di adeguamento delle strade e dei relativi parcheggi auto, che mi danno l’impressione vogliano ricalcare, se non nella forma, certamente nella sostanza quanto fatto con la ciclabile che da piazza San Babila arriva in viale Monza.

A questo punto però come dico sempre, 4 occhi vedono meglio di 2: figuriamoci qualche migliaio. Quindi vi chiedo: avete notato la stessa cosa? Ci sono lavori nelle vostre zone che fanno pensare ad una nuova ciclabile o comunque spazi appositi per le due ruote?

 

Leggi anche qui

Oratorio di San Protaso

Oratorio di San Protaso, oggi gita fuori porta. Beh, lo era sul serio 50 anni fa, quando ci saremmo...

Sant’Agnese, la giovane con l’agnello in braccio

Sant’Agnese, via poco distante dall’Università Cattolica di Milano e dalla Basilica di Sant’Ambrogio, è stata una santa romana martirizzata all’età di 12 anni durante...

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta Milano rappresenta la capitale economica del nostro Paese ed è considerata la città della moda...