fbpx
32 C
Milan
lunedì 1 Marzo

Signore dell’Arte, magnifiche artiste vissute tra il ‘500 e il ‘600

Dal 2 marzo al 25 luglio 2021, le sale di Palazzo Reale di Milano ospitano una mostra unica dedicata alle più grandi artiste vissute...

Villa Cusani Tittoni Traversi a Desio

Più letti

Signore dell’Arte, magnifiche artiste vissute tra il ‘500 e il ‘600

Dal 2 marzo al 25 luglio 2021, le sale di Palazzo Reale di Milano ospitano una mostra unica dedicata...

Olimpiadi 2026: un patto per promuovere le eccellenze a Km0

Mancano 5 anni alle Olimpiadi Milano Cortina 2026. Fondazione Milano Cortina e Confcommercio Lombardia e Veneto hanno siglato un protocollo...

Riqualifica giardino teresa Pomodoro in piazza Piola

Piazza Piola si trasforma: 21 alberi di ciliegio e undici panchine, oltre ad un nuovo percorso pedonale sono infatti...

Siamo a Desio, provincia di Monza e Brianza. Eccoci davanti a Villa Cusani Tittoni Traversi.

Costruita per esser villa di delizia, una delizia lo è sul serio. Negli anni ingrandita, si arricchisce di bellezza e di storia, passando di proprietà più volte e tra le mani di due architetti di prim’ordine.

Edificata dai marchesi Cusani nel 1651, famiglia importantissima del ‘600 milanese, che qui a Desio decidono di rilassarsi nei weekend; la villa diventa anche uno scrigno per le collezioni del marchese Ferdinando, tanto preziose da esser conservate oggi nei musei del Castello Sforzesco di Milano.

Nel 1776 decidono di ristrutturare e per farlo chiamano addirittura il Piermarini, già impegnato con la villa reale di Monza, il palazzo reale di Milano e il Teatro Alla Scala, giusto per citare i maggiori.

Degna accoglienza immaginiamo, per i reali di Napoli in visita qui nel 1785. Ai Cusani in rovina subentrano i Traversi che a loro volta ristrutturano chiamando il Pelagio Pelagi, il quale porta la villa all’aspetto odierno, eclettico soprattutto negli interni. Arricchisce anche il parco all’inglese, vastissimo e già progettato dal Piermarini, arricchendolo di finti ruderi ed elementi neogotici e neoclassici.

Nel ‘900 la proprietà passa a Tommaso Tittoni che diventerà anche Presidente del Consiglio, concedendo alla Villa l’onore di ospitare Umberto I, famiglie reali e convegni diplomatici.

Alla rovina del dopoguerra fortunatamente il comune di Desio ha rimediato egregiamente, permettendoci di affermare ancora oggi la delizia di questa splendida villa brianzola specialmente, ve lo consigliamo, con vista dal parco!

Villa Cusani Tittoni Traversi
Villa Cusani Tittoni Traversi

Leggi anche qui

Casa Maveri, dai Comuni ai giorni nostri

Casa Maveri. Avete mai sentito questo nome?  No? Sicuramente però avrete notato il palazzo, passando da via Cernaia. Le fasce...