fbpx
32 C
Milan
mercoledì 12 Agosto

Inveruno, un nome celtico a due passi da Milano?

Inveruno, comune situato a nord ovest di Milano, deve il suo nome alle parole celtiche Ever e Uno il cui significato è pianta di...

Pranzo in giardino? Cena in terrazza? A Milano si può.

Più letti

Inveruno, un nome celtico a due passi da Milano?

Inveruno, comune situato a nord ovest di Milano, deve il suo nome alle parole celtiche Ever e Uno il...

Importare coronavirus: che gusto!

"Avevo prenotato a gennaio, due settimane in Grecia ad agosto. Non ho fatto l'assicurazione, ma non mi interessa se...

Post quarantena, meno stress: ma dove?

Leggo che dopo la quarantena, in città si vive con minor stress. La questione è stata trattata con puntiglio,...

Pranzo in giardino? Cena in terrazza? A Milano si può, ovviamente.

Quante volte durante la quarantena abbiamo ripensato con nostalgia a quanto era piacevole uscire, girare senza problemi per strada, fermarsi a mangiare in qualche ristorante particolare senza doversi preoccupare di mettere a rischio la nostra salute e quella altrui?

Prima o poi sarà possibile tornare a questa spensieratezza, nel frattempo possiamo goderci un assaggio di mondanità in tutta sicurezza grazie alle nuove regole che gli esercenti devono e soprattutto vogliono rispettare.

E allora, complice la bella stagione, privilegiamo i ristoranti che possono ospitarci in ampi spazi verdi, dove poter gustare prelibatezze e tranquillità, in una città che da sempre è andata di corsa e che ora, più che mai, sa apprezzare il valore dello scandire del tempo con consapevolezza.

Un’idea potrebbe essere la Pobbia (Via Gallarate, 92) ristorante con più di 150 anni di storia dove è possibile gustare le loro proposte accomodati nel Giardino delle Meraviglie sotto l’ombra dell’ulivo, della magnolia, del banano o dell’oleandro. A cena l’atmosfera si dipinge di magia con la luce delle fiaccole e delle candele.

Un altro posto gradevole dove mangiare con serenità, accomodati in uno splendido giardino, è il ristorante Al Fresco (via Savona, 50). Qui assaporerete piatti della cucina mediterranea. E’ possibile pranzare o cenare in terrazza, dove sono stati allestiti 22 tavoli, oppure accomodarsi in uno degli 80 posti in giardino.

Spostandoci verso zona Chiesa Rossa un’altra ottima idea è fermarsi all’Erba Brusca (Alzaia Naviglio Pavese, 286), ristorante con tavoli all’aperto e orto, un’oasi insolita dove resiste ancora una dimensione rurale. Cucina stagionale e a filiera corta.

Rimanendo in zona, se avete voglia di trattoria, potreste provare il ristorante Al Garghet (via Selvanesco, 36) per gustare le loro proposte nel giardino botanico tra giacinti, azalee, tulipani, camelie e gelsomini o accomodarvi in terrazzo davanti a un panorama magico.

Al Garghet
Al Garghet

 

Leggi anche qui

Mobike Milano – la prova

Mobike Milano - la prova Abbiamo già detto tanto, ma non tutto su Mobike Milano. Oggi, con un bel freschino,...

Importare coronavirus: che gusto!

"Avevo prenotato a gennaio, due settimane in Grecia ad agosto. Non ho fatto l'assicurazione, ma non mi interessa se perdo la caparra. Non ho...

Post quarantena, meno stress: ma dove?

Leggo che dopo la quarantena, in città si vive con minor stress. La questione è stata trattata con puntiglio, spiegando che ad esempio, grazie...