San Vincenzo in Prato

Siamo a due passi da viale Papiniano ed eccoci davanti a San Vincenzo in Prato.

I resti qui trovati fanno pensare che prima della chiesa ci fosse un tempio pagano dedicato a Giove. In seguito diventa una chiesa dedicata alla Vergine e con i Longobardi venne costruito anche un monastero.

La chiesa crebbe di importanza con il passare dei secoli fino ad arrivare ai primi anni del 1500 quando a causa della guerra con la Francia, il chiostro venne militarmente occupato.

Andò ancora peggio nei secoli a venire: chiusa al culto alla fine del ‘700 venne trasformata prima in una stalla ed in seguito in uno stabilimento di prodotti chimici. Bisogna aspettare il 1884 per vederla tornare alla sua funzione originale ed il 1889 per un restauro.

All’interno è possibile notare l’altare dei martiri Nicomede, Abbondio e Quirino: a pochi passi c’è ancora un pozzo di epoca romana.

E’ una chiesa che spesso viene definita suggestiva ed in fondo lo è per la storia che conserva e racconta: peccato che le tante vicende che l’hanno vista suo malgrado protagonista e qualche ripristino non proprio all’altezza, l’abbiamo imbruttita. E’ indubbio che per la sua storia meriterebbe molto di più.

San Vincenzo in Prato – Via Daniele Crespi, 9


Milano (è) da vedere

Qualche passeggiata per Milano? Clicca qui!

Vuoi conoscere le botteghe storiche? Ecco la pagina giusta!

Seguici su Facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here