fbpx
32 C
Milan
sabato 15 Agosto

Strani numeri su alcuni palazzi di Milano

Dobbiamo tornare indietro di qualche secolo, durante la dominazione austriaca per spiegare questi strani numeri. Che a dirla tutta, una volta che si conosce...

Papiniano: quello che non vi hanno mai raccontato

Più letti

Strani numeri su alcuni palazzi di Milano

Dobbiamo tornare indietro di qualche secolo, durante la dominazione austriaca per spiegare questi strani numeri. Che a dirla tutta,...

Palazzo Salis a Tirano

Palazzo Salis: per vederlo dobbiamo arrivare in provincia di Sondrio, per la precisione a Tirano. Una graditissima sorpresa ci aspetta...

Urbanistica tattica: cambiano le piazze di Milano

Ridisegnare i quartieri sperimentando l'urbanistica tattica: è questo il progetto che sta partendo all'Isola, tra il parco Munari ed...
Danilo Dagradi
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

C’è qualcosa di viale Papiniano che forse nessun vi ha mai detto. Rimediamo noi. In primis di nome faceva Emilio.

E già Papiniano è il cognome di un giureconsulto romano, vissuto tra il 177 ed il 213. Un bel po’ di tempo fa.

Il suo fu un lavoro importantissimo non solo per le leggi che pensò, ma anche perchè fu il maestro di tanti uomini importanti che, forse, a lui devono la fama che ancora oggi vantano.

Ai tempi della scuola il buon Emilio aveva come compagno di classe nientemeno che Settimio Severo, un imperatore, e si narra che di quest’ultimo influenzò la politica soprattutto nel campo del diritto.

Terminati gli studi ricoprì importanti magistrature e quando l’imperatore morì gli affidò Caracalla e Geta, i figli. Compito non facile visto che Caracalla dopo aver ucciso il fratello per poter regnare da solo, chiese proprio al nostro Emilio Papiniano di scrivere un discorso a sua discolpa. Papiniano rifiutò e rispose che “era cosa assai più facile commettere un parricidio che scusarlo, e che era un secondo parricidio l’accusare un innocente ucciso“.

Caracalla la prese benino: Papiniano venne decapitato.

Una storia con un epilogo triste, certo, ma Papiniano rimane comunque una figura fondamentale nella nostra storia: vi basti pensare che San Girolamo diede a Papiniano la stessa autorità nel diritto civili di quella di San Paolo nel sacro.

37 libri di Quaestiones, 19 di Responsa, questa la sua produzione. Una serie di scritti che condizionarono profondamente giurisprudenza e legislazioni successive, non solo all’impero romani ma anche a quella dei barbari invasori.

Ah già, oggi è una via, anzi un viale. Se volete vederlo potete cliccare qui

 

 

Leggi anche qui

Casalinghi Fornaro dal 1945 con passione

28 novembre 1945: nasce Casalinghi Fornaro. La guerra è finita da poco e Stefano ed Anita Fornaro hanno voglia,...

Palazzo Salis a Tirano

Palazzo Salis: per vederlo dobbiamo arrivare in provincia di Sondrio, per la precisione a Tirano. Una graditissima sorpresa ci aspetta tra le montagne della Valtellina....

Urbanistica tattica: cambiano le piazze di Milano

Ridisegnare i quartieri sperimentando l'urbanistica tattica: è questo il progetto che sta partendo all'Isola, tra il parco Munari ed il parco dell'asilo. Una nuova...