fbpx
32 C
Milan
sabato 16 Gennaio

Palazzo Borromeo, che residenza!

Palazzo Borromeo, uno degli edifici più antichi di Milano risalente al periodo tardo gotico, si trova nella piazza omonima di fronte alla chiesa di...

Premiata Trattoria Arlati, la tradizione meneghina

Più letti

Palazzo Borromeo, che residenza!

Palazzo Borromeo, uno degli edifici più antichi di Milano risalente al periodo tardo gotico, si trova nella piazza omonima...

Milano clean-up challange, per chi volesse dare una mano

Fare qualcosa per il bene di tutti: c'è chi lo fa ogni tanto, chi mai, chi ogni giorno. Noi...

Bagnera, la via del serial killer insospettabile

Bagnera, via Bagnera. Oltre ad essere la strada più stretta di Milano che congiunge via Nerino con via Santa...

Premiata Trattoria Arlati nasce nel lontano 1936 da Luigi e Modesta Arlati che decidono di abbandonare il lavoro in Pirelli per buttarsi in questa nuova avventura.

La Trattoria apre all’angolo tra Viale Sarca e via San Glicerio.

Modesta sta in cucina e Luigi accoglie i clienti in sala. Con l’arrivo della guerra si prospettano tempi duri. I due riescono faticosamente a tirare avanti anche grazie a qualche amico impiegato in Pirelli che, facendo la spola tra Milano e la Brianza, riesce a rifornirli di formaggio, uova, salame e carne in barba alle tessere annonarie.

Nel 1947 la Premiata Trattoria Arlati si trasferisce in via Nota e accoglie l’arrivo di Mario, terzo figlio di Modesta e Luigi. Tutti i giorni Modesta alle 5 del mattino è operativa. Prepara il brodo, l’ingrediente principe di tutti i piatti della cucina milanese, e poi nervetti, risotti, ossibuchi, stracotti, minestroni, vitel tonnè e cotolette. Alle sei arriva il trenino dalla Brianza con migliaia di lavoratori che vengono alla trattoria per scaldarsi con tazze di grigioverde e bianchin sprusà.

I figli crescono e Mario sarà quello che prenderà le redini della Premiata Trattoria Arlati. Mario vuole dare una nuova impronta al locale trasformandolo da osteria di periferia a ristorante di tendenza per il mondo artistico e culturale di Milano.

Nel 1973 la Premiata Trattoria Arlati diventa il primo locale meneghino dove si suona musica dal vivo. Da qui passano nomi come Renato Zero, i Formula 3, Lucio Battisti, Gli Area e Loredana Bertè.

Nel 1994 alla direzione subentra Leopoldo Arlati che, da una parte, dà continuità alla trattoria come luogo di culto milanese e dall’altra contribuisce alla sua crescita. Nel 2006 il sindaco di Milano Gabriele Albertini consegna l’onorificenza dell’Ambrogino d’Oro alla Premiata Trattoria Arlati per essere diventata la cucina milanese più antica di Milano con la stessa gestione familiare.

Nel 2014 riceve il diploma con Medaglia d’Oro – Milano Produttiva per i suoi oltre 40 anni di attività da parte della camera di Commercio di Milano. L’anno successivo il comune di Milano le conferisce il titolo di Bottega Storica.

Ascolta il nostro podcast!

Ascolta “Premiata Trattoria Arlati, via Nota 47” su Spreaker.
 

Premiata Trattoria Arlati
Premiata Trattoria Arlati

Leggi anche qui

Perchè si dice “andare a ufo”?

Prima di parlare di ufo a Milano , facciamo un passo indietro. Torniamo un attimo verso l'anno mille. Il fosso...