Non bisogna essere dei tecnici per conoscere la bottega Mitarotonda. Aperta nel 1888 dalla famiglia Gallini, qui Giacomo Puccini comprava i fogli che gli servivano per comporre.

Dal 2009 la troviamo in via Corridoni, ma l’ambiente è rimasto quello di un tempo; nel trasloco infatti sono stati spostati tutti i mobili antichi per lasciare inalterata anche nella nuova sede, la stessa atmosfera.

Nel 1987 Paola Mitarotonda rileva l’attività: Paola è la prima donna in Italia ad essere iscritta all’associazione degli accordatori di pianoforte. La sua passione e la sua dedizione per questo attività è evidente anche a chi vede un pianoforte per la prima volta.

Non è un caso infatti se la stampa straniera indica la sua bottega come uno di quei luoghi che deve essere assolutamente visitato quando si viene a Milano.

E come in tutte le botteghe storiche di Milano entrare qui non è solo un momento di poesia, anzi, di musica: è un attimo di calma, di serenità. Qui si trova la cordialità e l’esperienza di persone che dedicano il loro tempo a tutti coloro che varcano la soglia di ingresso.

Qui la musica è davvero per tutti coloro che vogliono ascoltare e farsi trascinare in un mondo che, per fortuna, non chiuderà mai.


 

Articolo precedenteVia Lanzone – quante sorprese
Articolo successivoViganò
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi tuo commento
Scrivi tuo nome