fbpx

Martesana Milano, una storia di dolci delizie

Più letti

Martesana Milano, due M: non è un caso secondo noi. E come per Mediolanum anche qui potremmo dire che questa lettera può rappresentare il 1000, ovvero il numero più grande che può essere rappresentato dalla numerazione romana.

Stiamo quindi parlando di qualcosa di eccezionale: un laboratorio di idee che dal 1966 cerca, trova, inventa ingredienti, tecniche ed abbinamenti per deliziare i nostri palati.

Come tutte le botteghe Martesana Milano ha un anima: la famiglia Santoro. Vincenzo arriva dalla Puglia in pieno boom. Si sposa con Marcella, nascono Manuela, Valeria e Gabriele.

Martesana Milano, una storia di dolci delizie

Nel 1966 nasce Martesana Milano: da allora il panorama è un po’ cambiato, ma non la tenacia, la dedizione e la passione che tutti i giorni viene messa in laboratorio. E tutti gli sforzi fatti danno grandi risultati: Vincenzo dopo essersi perfezionato alla scuola di Gastronomia Ile Saint Jeaux, nel 1986 crea la famosa torta a forma di Duomo (di Milano, ovviamente); nel 2014 ottiene il riconoscimento Tre Torte del Gambero Rosso.

Nel 2016 Vincenzo Santoro viene insignito del titolo di Maestro, divenendo membro di AMPI, Associazione Maestri Pasticcieri Italiani e nel 2018 Conseguimento del premio come Miglior Pasticceria salata d’Italia per il Gambero Rosso.

Martesana Milano è una di quelle botteghe che bisognerebbe frequentare tutti i giorni per rimanere deliziati con tutti i sensi.

martesana milano
martesana milano

Ultime

Maggiolina, un quartiere, una sorpresa

La Maggiolina è un quartiere di Milano situato tra viale Zara e Melchiorre Gioia. Una zona residenziale dalle architetture...

Potrebbe interessarti