fbpx

La settimana della moda con La Croce Atroce

Più letti

La settimana della moda a Milano, con tutti quei taxi che si incastrano nelle viuzze più improbabili, i baretti pieni di personaggi assurdi e i sospiri di cui vuole solo tornare a casa ed è costretto a infiltrarsi tra i passanti il più velocemente possibile.

croce atroce - foto di Simone Pezzolati
croce atroce – foto di Simone Pezzolati

Comincia a fare freddo ma la gente, testarda e assolutamente ostinata contro ogni evidenza, sembra far finta che sia ancora estate, sfoggiando i colori più accesi in vestitini leggeri. La settimana della moda è un periodo di sospensione, e chi non c’è dentro non sa neanche troppo bene cosa vi succeda all’interno: in una Milano pulsante e notturna, nonostante tutto, pandemia compresa.

croce atroce - foto di Simone Pezzolati
croce atroce – foto di Simone Pezzolati

E’ la sera del 24 settembre, e al Bar Blanco in zona Porta Venezia di notano i personaggi di un quartiere portato all’ironia e all’accesso, agli abbracci e alle risate sguaiate. Qui stasera: Dj Erik Deep, e le performance di Croce Atroce e Lilly Love. In più, la presentazione di “Anna Piaggio”, il secondo album della Croce Atroce, anima del Toilet di Milano e drag fuori dagli schemi. Anna Piaggio è un disco, personalissima colonna sonora estiva di un mondo assurdo e sfacciato, che è nato subito dopo il primo esperimento musicale che aveva portato alla pubblicazione di Alda Merinos, il disco di debutto.

La settimana della moda con La Croce Atroce

croce atroce - foto di Simone Pezzolati
croce atroce – foto di Simone Pezzolati

Come Alda, anche Anna parla della vita degli autori, del mondo arcobaleno, di cultura rainbow, di diritti civili e rapporti umani. Il titolo “Anna Piaggio” è un divertissement che continua a rimandare al mondo drag ma questa volta cita Anna Piaggi, iconica giornalista, scrittrice e teorica del fashion internazionale che, per cultura ed estetica, rimane uno dei riferimenti fondamentali per la Croce Atroce.

croce atroce - foto di Simone Pezzolati
croce atroce – foto di Simone Pezzolati

Una cassa all’interno del bar, che bisogna avvicinarsi il più possibile per godersi la Croce Atroce che si congeda da un tavolo di amici con Eccomi a fare l’ennesima figura di merda, che invece non arriva, anzi è ben facile accogliere la sua performance e le sue movenze con un sorriso. E probabilmente c’ero io, tutti quelli che della settimana non hanno capito ancora niente, ma che in Anna Piaggio ci hanno trovato la vostra di essere estrosi, felici, un po’ ubriachi e felici: una colonna sonora estiva per tutto l’anno.