fbpx
32 C
Milan
mercoledì 3 Marzo

Lugano: cosa vedere quando la si visita per la prima volta

Prendere la macchina e fare una gita nei dintorni di Milano o addirittura in Svizzera. Quanto ci manca poter fare tutto questo in maniera...

La serie 600

Più letti

Lugano: cosa vedere quando la si visita per la prima volta

Prendere la macchina e fare una gita nei dintorni di Milano o addirittura in Svizzera. Quanto ci manca poter...

Campione d’Italia, una perla a meno di un’ora da Milano

Sono diversi i motivi per cui Milano tocca il cuore e non lo abbandona più. Tra questi, rientra la...

Una chiesa che… non se ne vuole andare

Siamo in via San Giovanni sul Muro: a poca distanza corso Magenta e, dalla parte opposta, Cairoli. Camminando lungo questa...
Paolo Franchina
Paolo Franchina
Convinto Milanese d'adozione da 47 anni, tante cose in testa ma poche parole. Sempre andato meglio negli scritti. Una smodata passione per i Tram. Tra l'altro.

LA SERIE 600

Entrate in servizio nel 1924, con 129 motrici più svariati rimorchi.

Numerate dalla 601 alla 729, in origine le motrici erano bidirezionali e dotate di porte a cancelletto. Negli anni ‘30 furono modificate in unidirezionali e furono montate le porte elettro-pneumatiche.

Molte vetture furono convertite per la costruzione delle serie 3000 e 4000, mentre una decina, a seguito di un incendio, furono ricostruite con telai strutturalmente analoghi alle successive serie ’28.

Nel corso della seconda guerra mondiale molte andarono distrutte, ed una trentina furono requisite a Milano e inviate in Germania.

Le ultime ufficialmente circolanti furono radiate nel 1967. Nella foto vediamo un esemplare restaurato, ora occasionalmente utilizzato per eventi da ATM.

tram-serie-600
tram-serie-600

Articolo precedenteVisite guidate per scuole
Articolo successivoVideo: Milano da Vedere in tram

Leggi anche qui

San Bias

Oramai, chì a Milan, el sann tucc anca i giavan, che in febrar, quand l’è ‘l dì trii el provèrbi el dis...