fbpx
32 C
Milan
venerdì 22 Gennaio

Burghy, ritorno al passato?

Burghy, in nome legato a Milano e non solo, ad un periodo "storico" che sembra a volte lontanissimo, ma è dietro l'angolo della storia....

La serie 1500, le vetture a carrelli tipo 1928

Più letti

Burghy, ritorno al passato?

Burghy, in nome legato a Milano e non solo, ad un periodo "storico" che sembra a volte lontanissimo, ma...

Battistero di San Vittore ad Arsago Seprio

Anche la Lombardia ha il suo campo dei miracoli. Alla meraviglia del rinascimento pisano, la nostra regione contrappone il...

Vermezzo con Zelo, un comune giovanissimo

Vermezzo con Zelo è un comune della provincia milanese situato nell’area sud ovest nei pressi di Abbiategrasso.Si tratta di...
Paolo Franchina
Paolo Franchina
Convinto Milanese d'adozione da 47 anni, tante cose in testa ma poche parole. Sempre andato meglio negli scritti. Una smodata passione per i Tram. Tra l'altro.

LE VETTURE A CARRELLI TIPO 1928 (Serie 1500)

Le mitiche ’28 furono costruite a partire dalla seconda meta degli anni ’20. Le prime due circolavano sulla linea 20 nel 1928 e furono seguite da altre 500 entro il 1930.

Vetture di grande capacità dotate di carrelli e sviluppate dal progetto delle Peter Witt americane, erano inizialmente dotate di due porte, anteriore e centrale, mente sul fondo trovava posto a tutta larghezza un divanetto in velluto rosso per la zona fumatori, poi modificato ed infine eliminato per l’inserimento della porta posteriore.

Questa era inizialmente una semiporta che fu poi trasformata nella porta che tuttora possiamo utilizzare. Il divanetto rosso è ancora apprezzabile e utilizzabile sulla magnifica vettura 1503, utilizzata e noleggiata da ATM per eventi, visite e spettacoli.

I bombardamenti inglesi, in particolare quello nella notte tra il 12 e 13 agosto 1943, distruggono i depositi di via Messina e via Farini, con gran parte delle serie 1500.

Ricostruite nel dopo guerra, furono in parte accantonate negli anni ’70 per ritrovare gloria negli anni recenti, accuratamente ristrutturate e regolarmente impegnate sulle linee centrali e caratteristiche di Milano.

Molti esemplari fanno bella mostra di se nei musei tranviari di tutto il mondo, alcuni circolano regolarmente sulle strade della città di San Francisco, mentre non mancano esempi di “fantasioso” riutilizzo, come un gruppo di surfisti che ha utilizzato e riconvertito una vettura in abbandono nella propria sede in Toscana.

Leggi anche qui

Io sono Milano

Io sono Milano Milano si racconta. Io sono Milano è uno spettacolo teatrale nel quale la nostra città si racconta...