fbpx
32 C
Milan
sabato 31 Ottobre

Renato Serra, viale della circonvallazione e poi?

Renato Serra, circonvallazione esterna di Milano. Ma anche Renato Serra scrittore e critico letterario. Nato a Cesena nel 1884 da una famiglia benestante studia presso...

Sighignola, balcone vista lago

Più letti

Renato Serra, viale della circonvallazione e poi?

Renato Serra, circonvallazione esterna di Milano. Ma anche Renato Serra scrittore e critico letterario. Nato a Cesena nel 1884 da...

La città dei cani, mostra fotografica al Parco Sempione

Martedi 3 novembre, presso la biblioteca di Parco Sempione in viale Miguel de Cercantes a Milano, apre LA CITTÀ DEI...

Comprare casa: quando conviene acquistare dal costruttore

Comprare casa è un passo importante e spesso ci si ritrova a valutare l'acquisto di un immobile in costruzione. Indubbiamente...

Sighignola, montagna delle Prealpi Luganesi, situata sul confine italo-svizzero tra il comune italiano di Lanzo d’Intelvi –dove si trova la cima- e quelli svizzeri di Arogno e Lugano, è chiamata il Balcone d’Italia per l’incantevole panorama che offre.

Ci si arriva partendo da Lanzo percorrendo la strada costruita all’epoca della prima guerra mondiale durante la realizzazione della Linea Cadorna. Fu Vittorio Bertarelli, uno dei soci fondatore del Touring Club Italiano, a promuovere la vocazione turistica della cima. Questo era un punto privilegiato da cui si poteva godere una vista unica e il TCI sovvenzionò la costruzione della strada.

La vetta Sighignola, alta 1320 metri, è il punto culminante della Val d’Intelvi e qui si trova, oltre una piccola cappella edificata in memoria degli alpini caduti durante la Grande Guerra, un ampio terrazzo panoramico incastonato tra le rocce. Da questo punto c’è una vista meravigliosa che spazia dal lago di Lugano alle Alpi Grigionesi, dal Ceresio al Monte Rosa, ben visibile nelle giornate terse insieme al Cervino e al Monviso.

Il versante svizzero è piuttosto scosceso, con un dislivello di oltre 1.000 metri. Nello spiazzo si trova un cartellone che spiega la storia della funivia partita nel 1969 con la Società anonima funivia Campione, che approvò il progetto di collegare la Sighignola con Campione d’Italia.



I lavori cominciarono con la costruzione delle intelaiature in cemento armato, ma poi vennero interrotti e mai più continuati per varie vicissitudini. Si raggiunse un accordo nel 2011 per dare il via alla demolizione dell’ecomostro. Oggi, fortunatamente, non c’è più nulla a rovinare la visuale.

Sicuramente la Sighignola è una bella meta lombarda che merita una vista. Raggiungibile in auto piace molto anche ai motociclisti per il bel percorso tortuoso ritagliato in mezzo ai boschi. Per chi avesse voglia di fare quattro passi, lasciando la macchina al parcheggio antistante il Ristorante la Baita, può prendere il sentiero che da qui parte e, passando in mezzo al bosco con un’agevole strada, arriva al Balcone d’Italia.

Sighignola
Sighignola

Leggi anche qui

Via dell’Orso: tra rotaie e pavè ecco il perchè del nome

Via dell'Orso: pavè e rotaie che, arrivando da via Cusani portano ad un incrocio davvero importante, quello tra via...

La città dei cani, mostra fotografica al Parco Sempione

Martedi 3 novembre, presso la biblioteca di Parco Sempione in viale Miguel de Cercantes a Milano, apre LA CITTÀ DEI CANI, mostra del fotografo siciliano...

Comprare casa: quando conviene acquistare dal costruttore

Comprare casa è un passo importante e spesso ci si ritrova a valutare l'acquisto di un immobile in costruzione. Indubbiamente acquistare direttamente in un cantiere...