fbpx
32 C
Milan
lunedì 18 Gennaio

Niente sigaretta siamo milanesi: pensiero di un fumatore

La notizia non è certamente nuova: giusto un anno fa se ne parlò come di un provvedimento che sarebbe entrato in vigore da lì...

Pizzighettone, la città murata attraversata dall’Adda

Più letti

Niente sigaretta siamo milanesi: pensiero di un fumatore

La notizia non è certamente nuova: giusto un anno fa se ne parlò come di un provvedimento che sarebbe...

Casa Galimberti, quel liberty che tutti ammirano

Casa Galimberti è una delle più interessanti e originali opere del liberty milanese. Situata all’angolo tra via Malpighi e...

Finalmente domenica: oggi chi si muove!

Molti di voi avranno visto il film Fantozzi va in pensione. Una delle scene che mi ha sempre fatto...

Pizzighettone è un antico comune situato nella provincia di Cremona diviso in due parti dal corso del fiume Adda. L’abitato principale è adagiato sulla riva est mentre sulla sponda occidentale si trova la borgata di Gera.

La prossimità al corso del fiume fece sì che già in antichità qui sorgesse un insediamento celtico chiamato Acerrae che in epoca romana diventò una stazione di transito. Il borgo di Pizzighettone nacque nel XII secolo quando venne costruito un castello sulla sponda orientale dell’Adda a scopo difensivo.

Il castrum era infatti un fortilizio circondato da un fossato e il borgo circostante venne protetto con la realizzazione di una doppia palizzata in legno. Grazie a Bernabò Visconti venne costruita una cerchia muraria in mattoni interrotta da quattro porte e circondata da un fossato alimentato dall’Adda.

Con gli Sforza la cinta muraria venne ulteriormente fortificata per far fronte all’avanzata veneziana. Nel 1585 sotto il dominio spagnolo le mura esistenti vennero inglobate in una nuova cinta bastionata.

Oggi del castello rimangono la mozza Torre del Governatore e la Torre del Guado dove venne imprigionato il re di Francia Francesco I di Valois dopo la sconfitta subita a Mirabello di Pavia contro l’esercito spagnolo di Carlo V d’Asburgo. Lo smantellamento della fortezza fu promosso da Giuseppe II d’Asburgo e proseguì durante la Restaurazione.

Oggi buona parte della cinta muraria esiste ancora. Nella borgata di Gera è caratterizzata da spaziose casematte a volta in laterizio che un tempo ospitavano soldati e merci.

Tra le sue mura Pizzighettone custodisce un gioiello finemente affrescato: la splendida chiesa di San Bassiano Vescovo. In stile romanico fu fondata nel 1158. Nel XV secolo venne modificata e ampliata con le cappelle laterali. L’interno è ricco di affreschi rinascimentali, molto bella la Crocifissione di Bernardo Campi.

Particolare ed insolita la chiesa di San Pietro risalente al XVIII secolo la cui facciata è completamente rivestita di mosaici e marmi voluti dal parroco particolarmente devoto alla Madonna. Anche l’interno è totalmente rivestito di mosaici.

Pizzighettone è una piacevole sorpresa. Venite a visitarla, ne rimarrete stupiti. Parola di Viaggio in Lombardia!

Pizzighettone - foto pro loco pizzighettone
Pizzighettone – foto pro loco pizzighettone

Leggi anche qui

Liceo Classico Parini, un luogo colto

Liceo Classico Parini, uno dei più antichi istituti milanesi, si trova in via Goito nei pressi di Brera.Proprio tra...