fbpx
32 C
Milan
lunedì 14 Giugno

Grumello del Monte, perla della Valcalepio

Più letti

Grumello del Monte è un piccolo comune situato nel cuore della Valcalepio, tra Bergamo e il Lago d’Iseo.

Il suo nome deriva dal latino grumus che significa collina. Questa zona fu abitata sin dai tempi remoti, alcuni scavi archeologici hanno riportato alla luce reperti del periodo paleolitico. In epoca romana, collocato sulla strada che collegava Bergamo e Brescia, diventò un punto di scambi commerciali che fu interessato da una discreta crescita economica.

I primi documenti che testimoniano l’esistenza di Grumello del Monte risalgono al medioevo, epoca segnata da scontri tra la fazione guelfa locale e la ghibellina del lago d’Iseo. Fu proprio allora che si decise di edificare il castello che avrebbe svolto una funzione di difesa e di avvistamento.

Come sovente accade nei paesi di provincia le vicende storiche che li interessarono furono legate agli accadimenti delle cittadine più prossime, in questo caso a Bergamo, che vide il passaggio della Signoria Viscontea, della dominazione veneziana, di quella napoleonica e austriaca fino all’Unità d’Italia.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale Grumello del Monte vide un importante sviluppo nel settore della produzione vinicola. Negli anni ’70 venne introdotta la denominazione di origine controllata del Valcalepio.

Grumello del Monte: il castello

Il castello, oggi sede di un’azienda vinicola, domina sul paese. Risalente al XIII secolo svolse la sua funzione difensiva negli scontri tra guelfi e ghibellini e, successivamente, tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia.

Diversi personaggi illustri risiedettero tra le sue mura come il cardinale Guglielmo Longhi e il condottiero Bartolomeo Colleoni, solo per citarne alcuni. La proprietà passò di mano in mano a famiglie abbienti fino ad arrivare ai Gonzaga di Vescovado.

Dell’antica fortezza medievale rimangono la torre con merlatura guelfa, la Sala dei Cavalieri e le cantine. Il palazzo e la cappella risalgono invece al XVIII secolo. Dello stesso periodo è la parrocchia del paese, la chiesa prepositurale della Santissima Trinità. Dell’architetto Giovan Battista Caniana custodisce al suo interno un polittico di Vittore Carpaccio, dipinti del Carobbio e sculture di Andrea Fantoni.

Grumello del Monte
Grumello del Monte

Leggi anche qui

L’audiolibro di Morgan: parla, canta e racconta

Autore, compositore, regista, attore, scrittore, showman, cantante e polistrumentista: Morgan è tutto questo e molto di più. Il controverso e...