fbpx
32 C
Milan
lunedì 18 Gennaio

Casa Galimberti, quel liberty che tutti ammirano

Casa Galimberti è una delle più interessanti e originali opere del liberty milanese. Situata all’angolo tra via Malpighi e via Sirtrori venne edificata tra...

Casa del Podestà, incantevole dimora storica

Più letti

Casa Galimberti, quel liberty che tutti ammirano

Casa Galimberti è una delle più interessanti e originali opere del liberty milanese. Situata all’angolo tra via Malpighi e...

Finalmente domenica: oggi chi si muove!

Molti di voi avranno visto il film Fantozzi va in pensione. Una delle scene che mi ha sempre fatto...

Giornata mondiale della pizza: per noi vince sempre Michele

Giornata mondiale della pizza: è oggi, 17 gennaio. Per chi come noi è a Milano, nel primo giorno di...

Casa del Podestà è un’antica dimora quattrocentesca situata a Lonato, comune della provincia di Brescia ad una manciata di chilometri dal Lago di Garda.

Era la sede del governatore della Repubblica di Venezia che dal 1441 impose il suo dominio sul territorio bresciano. Potere che venne mantenuto per tre secoli e mezzo salvo una parentesi tra il 1509 e il 1516 che vide la supremazia del marchese Francesco Gonzaga.

Tutto cambiò con l’arrivo di Napoleone che cedette Venezia e le relative proprietà (compresa la Casa del Podestà) all’Austria, che la adibì a caserma. Quando venne restituita al Comune di Lonato rimase per lungo tempo abbandonata finché, nel 1906, il deputato e avvocato Ugo da Como non la acquistò.

Si trattava di un edificio dal valore storico rilevante il cui restauro venne commissionato all’architetto bresciano Antonio Tagliaferri. La volontà dell’avvocato era quella di abitare nella Casa del Podestà dopo averla riportata al suo antico splendore e di arredarla con pezzi antichi e preziosi oggetti dandole una connotazione museale.

La casa venne abitata dal deputato e da sua moglie fino al 1944. Oggi è sede della fondazione Ugo da Como che conserva una preziosissima biblioteca costituita da circa 52.000 libri tra manoscritti, codici miniati, incunaboli, cinquecentine, rarità bibliografiche e autografi di Ugo Foscolo. E’ un patrimonio culturale immenso, una tra le collezioni private più importanti dell’Italia settentrionale.

La Casa del Podestà è visitabile e conserva una ricca collezione di dipinti, arredi lignei, sculture e maioliche. La disposizione degli arredi è rimasta quella scelta dagli ultimi proprietari. Incantevole la galleria affrescata con i quattro capitani di ventura della famiglia Orsini.

Particolare la sala antica con il soffitto di legno dove sono state inserite delle tavolette dipinte provenienti da Palazzo Cigola di Brescia. Meravigliose le sale della biblioteca.

La Casa del Podestà è uno dei mille tesori che la Lombardia custodisce. Va visitato, va ammirato, va vissuto. E’ davvero splendido!

Casa del Podestà
Casa del Podestà

Leggi anche qui

Gufi, irriverenti senza tempo

No, no stiamo a quel tipo di animale notturno. Per noi i Gufi sono altro. Calzamaglia nera, bombetta e dialetto...