fbpx

Fiera di Senigallia, quattro passi sui Navigli

Più letti

Fiera di Senigallia, storico mercato delle pulci più antico di Milano, si trova in Ripa di Porta Ticinese nel tratto che va da via Paoli alla fine di via Barsanti e si svolge tutti i sabati dalle 8.00 alle 18.00.

Fin dall’Ottocento le sue bancarelle esponevano le loro mercanzie lungo il bastione fra Porta Ticinese e Porta Genova. Successivamente la Fiera di Senigallia si spostò in Porta Ludovica e poi in via Calatafimi per poi tornare a ridosso della Darsena lungo via Gabriele d’Annunzio.

Girando tra le bancarelle si possono trovare oggetti e accessori per ogni gusto: dall’abbigliamento nuovo e usato alle scarpe e agli accessori femminili, dai CD e vinili rari ai DVD nuovi o usati, dall’elettronica agli accessori per PC, dai vecchi fumetti ai libri usati e poi bigiotteria, incensi, tappezzerie ma si può trovare anche il musicista che riporta in vita vecchie chitarre, monete da collezionismo o anche cactus e piante insolite. Si trova davvero di tutto.

Prima che si spostasse in Ripa di Porta Ticinese non era difficile trovare ai margini della fiera alcuni ricettatori che vendevano merce rubata. Era cosa nota che qui venissero rivendute le biciclette rubate. La nuova collocazione è sempre presidiata dalla Polizia Municipale che dovrebbe scoraggiare questo tipo di mercato.

Viene da chiedersi come mai la Fiera di Senigallia a Milano abbia questo nome. E’ presto detto: è un nome popolare attribuito a tutti i mercati che un tempo si tenevano in Lombardia e Veneto e in cui si vendeva di tutto, in particolare merce usata e vecchia, prendendo spunto dal nome della fiera che si teneva proprio a Senigallia nelle Marche, conosciuta per essere stata un porto franco.

Oggi l’anima della fiera di Senigallia è stata un po’ snaturata affiancando alle tradizionali merci di seconda mano e agli articoli di antiquariato economici oggetti che con l’usato non hanno nulla a che fare. Nonostante questo è sempre un piacevole e curioso giretto da fare una volta ogni tanto.

Nota: capita di leggere il nome di questa fiera con la lettera “i”, ovvero Sinigallia. Prendendo per buono quando scritto, ovvero l’origine di questo nome dal mercato nelle Marche, il paese si chiama SEnigallia, con la lettera “e”. Qualora ci fossero altre interpretazioni diverse rispetto a questa, lieti di imparare qualche cosa di nuovo.

fiera di senigallia
fiera di senigallia

 

spot_img