fbpx

Corpus Domini una chiesa ricchissima. Forse troppo

Più letti

Siamo in via Pagano e la chiesa Corpus Domini che qui vediamo è di recente (o quasi) costruzione.

I lavori iniziarono infatti sul finire del 1800 sulla chiesa precedente, in legno, sotto la  direzione di Ippolito Marcehtti.

Grande, imponente potremmo dire: lunga 75 metri segue lo stile romanico-bizantino; all’unica  navata, molto decorata, si affiancano otto cappelle. Tanti i marmi che qui troviamo, così come i mosaici in oro, arabeschi e graffiti. Molto bello l’altare, in stile bizantino, ricco, ricchissimo.

Usiamo di proposito il termine ricchissimo, dato che l’impressione, almeno iniziale, è che forse sia un po’…troppo.

Più respiro lo troviamo invece nella chiesa inferiore, quella invernale: decorata anch’essa ci lascia però una maggiore sensazione di pace, rispetto al piano superiore.

Corpus Domini
Corpus Domini
Articolo precedente
Articolo successivo

Ultime

Sanmetro, il primo festival della canzone metropolitana

Dal 7 al 10 febbraio le stazioni di Garibaldi M2, Loreto M2 e Bicocca M5 risuoneranno di musica con...

Potrebbe interessarti