camiceria ambrosiana
camiceria ambrosiana

La storia della Camiceria Ambrosiana inizia sul finire del 1800 quando Alessandro Agostini, avviò la sua prima camiceria artigianale.

Un lavoro fatto di passione, la stessa che viene tramandata ai figli Luigi ed Alfredo che dopo una grande successo (confezionavano camicie per Vittorio Emanuele II e Nicolò Paganini) decisero di trasferirsi a Casablanca nel 1940: qui aprirono una camiceria da uomo.

Luigi torna in Italia ne 1940 ed aprì in via Sirtori la manifattura Lombarda, specializzata nel confezionamenti di camice da uomo. Nel 1954 aprì un nuovo laboratorio in via Soncino: lo chiamò Camiceria Ambrosiana.

Oggi la bottega storica è gestita da Alessandro Agostini, bisnipote del fondatore. Punto di riferimento degli amanti delle camicie artigianali cucite su misura, coniuga i valori della tradizione e della qualità con un’innovativa ricerca stilistica, consapevole di poter proporre il meglio a una clientela di alta classe e di ogni età, a livello internazionale.

Alla Camiceria Ambrosiana  ogni camicia è un pezzo unico, vero capolavoro di sartorialità realizzato con pregiati tessuti e bottoni di madreperla, rifinito con dettagli e monogrammi personalizzati.

Grazie ai dati conservati nel suo archivio storico, la bottega storica è in grado di servire i suoi clienti nel tempo e in tutto il mondo.

Camiceria Ambrosiana – via Soncino, 1

 

Articolo precedenteSanguinetti
Articolo successivoLezione 3a – l’accento 2
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi tuo commento
Scrivi tuo nome