fbpx

Tavolini in piazza, una scelta che divide ma che a noi piace

Più letti

Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...
- Advertisement -
- Advertisement -

Approfitto della foto di Nicoletta Saracco per un pensiero al riguardo dei tavolini, in questo caso, in piazza Sant’Alessandro.

Non è l’unica piazza o spazio della città che negli ultimi mesi è stato occupato in parte dai tavolini dei locali della zona che, per i motivi che tutti conosciamo legati alla pandemia, hanno avuto il permesso dal Comune di occupare il suolo pubblico, come nel caso in foto.

A prescindere dai sacrosanti motivi legati alla pandemia, confesso che soluzioni come questa a me personalmente piacciono. Per dirla tutta, non ci vedrei nulla di male se, a pandemia conclusa, con le giuste regole, si potesse mantenere questa soluzione soprattutto in alcune zone.

Il motivo di questo mio personale, e come sempre non condivisibile pensiero, è che non capisco per quale motivo ci si debba nascondere in qualche angolo o dentro in locale, quando si ha la possibilità di godere di una vista così eccezionale.

Aggiungo che a mio parere, potrebbe anche accadere che bevendo e mangiano lì in piazza, qualcuno possa anche iniziare a domandarsi che chiesa è, quale è la sua storia, da quanto tempo è lì… insomma potrebbe far nascere delle curiosità.

E personalmente credo che se di 100 persone che si siedono al tavolo a bere, 2 tornati a casa, andassero a cercare, magari qui da noi (eh… esagera!) la storia di questa chiesa, sarebbe un bel risultato.

tavoli in piazza
tavoli in piazza