fbpx

Villa Manzoni, a Brusuglio la residenza di campagna

Più letti

Ad una manciata di chilometri dal nostro capoluogo si nasconde un gioiellino del tutto sconosciuto al grande pubblico.

Siamo a Brusuglio, una piccola frazione di Cormano dove già dal ‘600 la nobiltà milanese era di casa. Costruiscono qui i Conti Imbonati e chiaramente, costruiscono in quella che era aperta campagna nel primo ‘600. Lontano dalla città, nei silenzi della natura, la villa attraversa i secoli senza mai cambiare proprietà fino al 1805.

Alla morte di Carlo, tutto passa a Giulia Beccaria già madre di Alessandro Manzoni. Tornati tutti a Milano nel 1810 dopo il lungo soggiorno parigino, avviano una serie di lavori, ristrutturando ed ingrandendo la proprietà che assume così le forme che tutt’oggi conserva, non per niente in stile francese.

Grandissima attenzione è stata dedicata al parco di Villa Manzoni dove Don Lisander amava passeggiare in fuga dal frastuono cittadino. Così come fece per il giardino di casa sua in piazza Belgiojoso, qui Manzoni pianta moltissimi alberi presenti ancora oggi, arricchendo di fascino le passeggiate nel parco anche per i visitatori contemporanei.

Un oasi del romanticismo milanese con il fascino della storia. Tutto a pochi minuti dal centro!

Via Alessandro Manzoni, 9, 20032 Cormano Mi

Villa Manzoni, a Brusuglio la residenza di campagna
Villa Manzoni, a Brusuglio la residenza di campagna