Planetario di Milano o Civico Planetario “Ulrico Hoepli”. Ci troviamo nei giardini di Porta Venezia e accanto al Museo di Storia Naturale sorge il nostro “cupolone”.

 

La sua inaugurazione risale al 20 maggio 1930 e fu realizzato dal grande architetto Piero Portaluppi su commissione di Ulrico Hoepli, editore italo-svizzero che lo donò a Milano.

La sua realizzazione fu resa possibile dal benestare delle autorità locali che misero a disposizione il terreno dei giardini di Porta Venezia, dal direttore dell’Osservatorio Astronomico di Brera Emilio Bianchi che aveva la responsabilità scientifica del progetto e dagli architetti Ernst e Portaluppi che si occuparono di tutti gli aspetti relativi alla costruzione dell’edificio.

Il giorno dell’inaugurazione Ulrico Hoepli donò ufficialmente il Planetario alla città di Milano e lo fece alla presenza di Benito Mussolini, del podestà di Milano Marcello Visconti di Modrone e di una rappresentanza di Senatori e Deputati e giornalisti.

Durante la Seconda Guerra Mondiale il planetario venne danneggiato dai bombardamenti e fu necessario spostare lo strumento scientifico interno in una sede protetta fuori città.

Nel 1943, pur avendo la cupola ancora danneggiata, l’osservatorio delle stelle venne riaperto. Solo 11 anni dopo si intervenne con una ristrutturazione importante dove la parte interna della cupola venne rivestita con pannelli di alluminio forato.

Il Planetario ospita ogni anno 100.000 visitatori e vanta il primato di essere il più grande osservatorio stellare presente in Italia.

Una curiosità: alla base della cupola possiamo vedere il profilo della città di Milano del 1930 quindi, naturalmente, si intravede il profilo del Duomo ma tutto quello che oggi siamo abituati a vedere… ancora non c’era.

Il Planetario di Milano è anche la sede del Circolo Astrofili di Milano, l’associazione del 1932 che raduna gli appassionati meneghini dell’osservazione del cielo. Nei loro incontri presentano le loro osservazioni astronomiche.

“…e quindi uscimmo a riveder le stelle” dice il buon Dante: in questo caso è meglio entrare!

planetario di milano
planetario di milano

1 commento

Comments are closed.