Palazzo del Capitano – oh mio capitano

Palazzo del Capitano: oggi aperto su piazza Fontana sventrata dalle bombe del ’43, è sede del comando centrale della Polizia Locale.

E’ un pezzo importante della Milano del ‘500, secolo in cui viene costruito per volere dell’allora governatore spagnolo con un nome troppo lungo per esser simpatico. Negli anni ’70 del 1500 a finanziare la sua costruzione ci pensa anche San Carlo, affidando poi il progetto a Pietro Barca. Inaugurato nel 1605, diventa subito il Palazzo delle Nuove Carceri, non certo un bel posto dove finire. Tanto meno piacevole era ritrovarsi nella piazzetta a lato. Il palazzo del capitano dedicato all’amministrazione della giustizia e dunque anche all’esecuzione delle condanne. In quella piccola piazzetta molte milanesi hanno pagato un prezzo troppo alto. Per questo motivo, abolita la pena di morte, l’intitolazione va a Cesare Beccaria, l’uomo che più di tutti ha contribuito all’abolizione della pena capitale.

Oggi il palazzo porta anche la firma del Portaluppi, che ha modificato ed aggiunto alcuni corpi di fabbrica, ma senza compromettere l’aspetto originale di uno dei monumenti storici di maggior rilievo, unico superstite in un’area della città irriconoscibile, sacrificata, nonostante i recentissimi lavori che hanno ridato alla piazza oggi intitolata a Beccaria un’aria d’altri tempi. Attendiamo fiduciosi il termine dei lavori proprio di fronte all’ingresso del palazzo del Capitano.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi tuo commento
Scrivi tuo nome