venerdì,21 Giugno,2024
HomePalazzi di MilanoPalazzo Calchi, neoclassicismo in Porta Vigentina

Palazzo Calchi, neoclassicismo in Porta Vigentina

Palazzo Calchi, o Palazzo Calchi Taeggi, è uno storico palazzo neoclassico di Milano che si trova in corso di Porta Vigentina. È stato la sede del collegio Calchi-Taeggi e ha una storia davvero interessante e ricca di eventi importanti.

All’inizio, era un convento. Se visiti quello che resta del cortile del monastero, ora un giardino di lettura della biblioteca pubblica del quartiere, puoi trovare piante di fico e nespole centenarie sotto cui leggere e studiare. E poi c’è il bellissimo cortile interno del Cinquecento.

Palazzo Calchi, neoclassicismo in Porta Vigentina

Successivamente, il palazzo divenne un collegio molto importante, dove insegnarono molte personalità di spicco della cultura cattolica. Tra loro c’era anche Emilio De Marchi, che insegnò lì due anni dopo la laurea, nel secolo scorso. Il palazzo è stato anche il teatro dei moti rivoluzionari delle Cinque Giornate di Milano, con studenti e professori che si unirono in nome della libertà.

Il palazzo ha avuto diverse vite: è stato una caserma, poi una scuola di musica. Recentemente, sono stati stipulati accordi tra il Comune di Milano, che vi trasferirà gli uffici di Municipio 1, e l’Ente delle Dogane. Ora ospita una biblioteca, una scuola e varie associazioni cittadine.

Il complesso di Palazzo Calchi Taeggi risale al Cinquecento. Originariamente ospitava il monastero di San Bernardo, che fino al 1506 era abitato da monache benedettine governate dai Padri Cistercensi di Chiaravalle, poi da monache domenicane. Il palazzo ha legato il suo nome alla famiglia Calchi, una nobile famiglia di Pavia, e a Giovanni Ambrogio Taegio, un nobile milanese, che avevano fondato i rispettivi collegi, poi uniti.

 

A tal proposito

Più letti