Palazzo Annoni - foto di Melancholia~itwiki
Palazzo Annoni - foto di Melancholia~itwiki

Eccoci di fronte a Palazzo Annoni: siamo nello storico corso di Porta Romana, ormai prossimi a piazza Missori.

La storia della strada è storia di nobiltà, di mondanità e grandi sfilate, per cui le migliori famiglie, i palazzi più lussuosi erano affacciati qui. Tra questi, il più importante, il più lussuoso era palazzo Annoni.

A volerlo è Paolo Annoni nel 1631, incaricando l’architetto Richini, il meglio sulla piazza. Gli Annoni sono una famiglia potentissima la cui fortuna arriva dal commercio delle sete: è forse questa sicurezza che permette loro di costruire il palazzo durante la famosa peste manzoniana, aprendo il cantiere al suono dei monatti.

Un secolo dopo è Carlo Annoni a far brillare la residenza in quanto ad arte e cultura, portandola ad essere uno dei riferimenti cittadini con una biblioteca impressionante ed una collezione d’arte che esponeva tra gli altri Rubens e Van Dyck, tutto requisito dagli austriaci nel 1848,  ma proverbiale è rimasta la battaglia a suon di lusso e mondanità ingaggiata con il dirimpettaio

Palazzo Annoni è in corso di Porta Romana, 6


www.milanodavedere.it

Milano (è) da Vedere

Articolo precedenteMostra Esselunga
Articolo successivoPalazzo Acerbi
Danilo Dagradi
Abbandonata agli inizi degli anni 2000 una carriera tra numeri e percentuali, riscopro la passione per Milano e la sua storia ma senza pensare che potesse diventare un lavoro. Con la nascita dei primi social network, avvio un'attività incentrata sulla gestione della comunicazione attraverso anche questi strumenti. Attività che svolgo tutt'ora come Social Media Strategist per aziende e professionisti. Con l'avvio del progetto Milano da Vedere prima e Se Parla Milanes in un secondo momento, divido le mie giornate tra la storia di Milano ed i numeri dei social network...

1 commento

  1. […] scettro di palazzo più lussuoso se lo giocava con il dirimpettaio palazzo Annoni. Qui il marchese si diverte, spende e soprattutto organizza feste e ricevimenti. Nulla da eccepire […]

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi tuo commento
Scrivi tuo nome