fbpx
32 C
Milan
sabato 31 Ottobre

Renato Serra, viale della circonvallazione e poi?

Renato Serra, circonvallazione esterna di Milano. Ma anche Renato Serra scrittore e critico letterario. Nato a Cesena nel 1884 da una famiglia benestante studia presso...

Grattacielo Pirelli, il capolavoro di Gio Ponti

Più letti

Renato Serra, viale della circonvallazione e poi?

Renato Serra, circonvallazione esterna di Milano. Ma anche Renato Serra scrittore e critico letterario. Nato a Cesena nel 1884 da...

La città dei cani, mostra fotografica al Parco Sempione

Martedi 3 novembre, presso la biblioteca di Parco Sempione in viale Miguel de Cercantes a Milano, apre LA CITTÀ DEI...

Comprare casa: quando conviene acquistare dal costruttore

Comprare casa è un passo importante e spesso ci si ritrova a valutare l'acquisto di un immobile in costruzione. Indubbiamente...

Grattacielo Pirelli: è il 4 aprile 1960 ed è il giorno della sua inaugurazione. A quattro anni dalla posa della prima pietra vengono aperte le porte dell’edificio più alto di Milano che con i suoi 32 piani svetta oltre la Madonnina del Duomo.

Siamo in piazza Duca d’Aosta ed è nato per ospitare gli uffici Pirelli proprio nel luogo dove, prima dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, sorgevano gli stabilimenti del gruppo.

Il progetto, affidato ad un team di architetti e di ingegneri fra cui spiccano i nomi di Gio Ponti, Pier Luigi Nervi e Alberto Roselli, ha tenuto conto delle azioni del vento il cui effetto è considerevole su una struttura dal ridotto rapporto larghezza-altezza.

L’intera struttura portante del Grattacielo Pirelli è in calcestruzzo armato e il giorno della sua inaugurazione è il più alto d’Europa e il terzo al mondo tra quelli costruiti con questo materiale.

Milano, allora come oggi, è sempre stata all’avanguardia. Il design del Pirellone, vista la grande somiglianza con il MetLife Building di New York, con la torre del Banco Atlantico di Barcellona ed anche col grattacielo della Lonza Group di Basilea sembra essere stato d’ispirazione per la loro costruzione.

Sicuramente lo è stato per il grattacielo Telefunken di Berlino, progettato dagli architetti Schwebes e Schoszberger venuti in visita al cantiere del Grattacielo Pirelli e rimasti colpiti e suggestionati dall’ambizioso progetto.

Nell’avvicendarsi del tempo e con i cambiamenti che ne sono derivati la destinazione di quegli uffici è cambiata: nel 1978 l’edificio è stato acquistato dalla Regione Lombardia e, dopo essere stato ristrutturato dall’architetto Bob Noorda, è diventato la sua sede principale. Vi si accede da via Fabio Filzi sul retro ma per molto tempo l’ingresso principale è stato quello su piazza Duca d’Aosta con la sua “collina” rialzata rispetto al piano stradale sotto cui si trova l’auditorium.

Il 18 Aprile 2002 il Grattacielo Pirelli se l’è vista brutta: un aereo da turismo si schiantò contro il palazzo sventrandone due piani. Un incidente che portò a conseguenze contenute rispetto a quello che ci si poteva aspettare. Ci furono purtroppo tre vittime, ma la struttura rimase in piedi.

Dopo un restauro conservativo il Pirellone è stato riaperto nel 2005 tornando ad ospitare il Consiglio Regionale.

grattacielo pirelli
grattacielo pirelli

Leggi anche qui

Firifiss: scomodiamo il latino

Firifiss: non proprio una di quelle parole che tutti conoscono del nostro dialetto milanese. La traduzione in italiano di firifiss...

La città dei cani, mostra fotografica al Parco Sempione

Martedi 3 novembre, presso la biblioteca di Parco Sempione in viale Miguel de Cercantes a Milano, apre LA CITTÀ DEI CANI, mostra del fotografo siciliano...

Comprare casa: quando conviene acquistare dal costruttore

Comprare casa è un passo importante e spesso ci si ritrova a valutare l'acquisto di un immobile in costruzione. Indubbiamente acquistare direttamente in un cantiere...