fbpx
32 C
Milan
sabato 19 Settembre

Snøhetta, P35, Gioia 20 e P39: ecco qualche parola più semplice

Snøhetta, un nome che onestamente non so pronunciare. Ma la mia ignoranza non interessa in questa sede: questo è il nome dello studio di...

Un aperitivo remando nel Naviglio Grande

Più letti

Snøhetta, P35, Gioia 20 e P39: ecco qualche parola più semplice

Snøhetta, un nome che onestamente non so pronunciare. Ma la mia ignoranza non interessa in questa sede: questo è...

Sant’Agnese, la giovane con l’agnello in braccio

Sant’Agnese, via poco distante dall’Università Cattolica di Milano e dalla Basilica di Sant’Ambrogio, è stata una santa romana martirizzata...

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta Milano rappresenta la capitale economica del nostro Paese ed è...
Elisabetta Piselli
Elisabetta Piselli
Amo da sempre le parole, mi piace sceglierle, dosarle e scriverle. Mi occupo di Digital Pr e Ufficio Stampa. Scrivo da anni sul blog di Milano da Vedere, dove amo raccontare le emozioni che mi trasmette la città. Scrivo anche su Mi-Tomorrow. Organizzo, per Milano da Vedere, l'evento Se Parla Milanes, che ogni anno diventa più grande e più bello...

Metti una sera di agosto sui navigli. Troppo facile così. Metti una sera di agosto a pagaiare nel Naviglio Grande: improvvisamente ti senti in vacanza.

La chiamata arriva da Simone Lunghi, della Canottieri San Cristoforo, via messaggio. Chiede se ho voglia di fare un giro sul loro Dragone, con annesso aperitivo nell’acqua. Ovviamente accetto.

Nel giro di 24 ore raggruppa più di cinquanta persone e i Dragoni diventano tre. Simone, Umberto e Maurizio, aiutati da Francesca, Delia e Cristina ci fanno salire sulle imbarcazioni e a suon di “OP”, si pagaia in direzione Darsena. Il divertimento inizia da subito. In mezzo a persone che non conosco, mi ritrovo a ridere e scherzare tra uno schizzo e l’altro, tra una pagaiata e una frenata.

Sono sul Dragone guidato da Simone, che non si capisce perché ogni tanto ci fa fermare, per poi ripartire incitandoci al grido di uno, due “op”! E lui sa che questa cosa in fondo ci sta divertendo. In più, dalla strada, arrivano cori di incoraggiamento, saluti e tante foto.
Arrivati in Darsena la vista è unica: Milano vista dall’acqua è incredibilmente bella e romantica.

Qualche scatto e poi si torna indietro. Sosta aperitivo davanti al Forno 21, che ci consegna da bere e da mangiare mentre un pubblico non pagante ci guarda divertito dalla strada. E resteranno lì a guardare noi che ridiamo e che iniziamo ad intonare canzoni retrò (perché ovviamente abbiamo anche la musica…) a squarciagola. Incuranti di tutto il resto ci stiamo semplicemente divertendo in maniera semplice e genuina.

La sosta dura parecchio, ma non ce ne accorgiamo, perchè quando stai bene il tempo vola.
Si è fatto buio e ritorniamo verso la Canottieri San Cristoforo pagaiando e diciamocelo, un po’ gareggiando con un altro Dragone. E nel buio e nel silenzio di una Milano un po’ addormentata e un po’ in vacanza, risuonano il rumore delle pagaie nell’acqua, in nostri “op” e soprattutto le nostre risate.

Serata indimenticabile e da rifare. Si attende chiamata di Simone.

Un aperitivo remando nel Naviglio Grande
Un aperitivo remando nel Naviglio Grande

Leggi anche qui

Palazzo Giureconsulti e la torre civica

Palazzo Giureconsulti è uno degli edifici più importanti di Piazza dei Mercanti, cuore della Milano medioevale.   A costruirlo è Giovanni...

Sant’Agnese, la giovane con l’agnello in braccio

Sant’Agnese, via poco distante dall’Università Cattolica di Milano e dalla Basilica di Sant’Ambrogio, è stata una santa romana martirizzata all’età di 12 anni durante...

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta Milano rappresenta la capitale economica del nostro Paese ed è considerata la città della moda...