fbpx

Cascine Aperte 2020: qualche novità

Più letti

Cascine Aperte 2020: come sempre sono state giornate molte interessanti che non hanno deluso le aspettative. Tra le tante cose che sono state annunciate, la prima di cui parliamo riguarda Cascina Sella Nuova, situata tra viale Forze Armate e via Parri: si prepara a rinascere in una veste nuova.

Nell’intervento dell’assessore all’urbanistica Pierfrancesco Maran durante il programma Cascine Aperte 2020, tenutosi nello scorso weekend presso Cascina Linterno, è stato presentato il progetto, approvato dal Comune di Milano, per riqualificare la cascina risalente al 1400 attualmente in stato di abbandono.

Il piano di lavoro prevede un restauro degli edifici preesistenti – sotto tutela – e la ricostruzione delle due corti utilizzando le porzioni dell’antico corpo di fabbrica, esistente ancora in parte. Di questo si occuperà lo studio Piuarch e lo studio dell’Architetto Passerini, ideatore dei sistemi di restauro degli edifici preesistenti sotto tutela.

L’amministrazione ha assegnato la riqualificazione tramite bando per una durata di 40 anni alla cordata progettuale Natural-Mente, agriecologia e stili di vita sostenibili, la cui capofila è l’associazione Thara Rothas.

In cosa consiste il progetto? Verranno creati alloggi in co-housing intergenerazionale, spazi per servizi per l’infanzia e per la formazione, orti sperimentali, spazi per la formazione agricola, un laboratorio di panificazione, un museo digitale, spazi per la vendita e la degustazione di prodotti alimentari. Tutto questo sarà possibile realizzarlo grazie al sostegno e al coinvolgimento di 30 soggetti.

La rifunzionalizzazione di Cascina Sella Nuova – spiega Maran – si inserisce nell’ambito delle politiche di rigenerazione urbana delle cascine in disuso incentivate attraverso la stipula di contratti di lunga durata con i soggetti cui vengono affidati gli spazi, in modo da consentire loro di effettuare gli investimenti necessari per il recupero della struttura. Fa parte anche questa delle azioni per la valorizzazione della vocazione agricola della nostra città”

Silvia Passerini, presidente dell’Associazione Thara Rothas, racconta che il progetto ha lo scopo di diffondere la cultura dello sviluppo sostenibile, di connettere il centro urbano con i territori extraurbani dando spazio a progetti che aprono scenari di nuovi stili di vita.

L’idea ci piace, restiamo in attesa di vedere la nuova mise di Cascina Sella Nuova!

cascine aperte
cascine aperte