fbpx

Il Rinascimento di Bergamo e Brescia a Palazzo Marino

Più letti

I capolavori del Rinascimento di Bergamo e Brescia, le due città capitali della cultura 2023, sono i protagonisti della tradizionale mostra di Natale a Palazzo Marino, presente presso la sala Alessi fino al 16 gennaio 2022 con ingresso gratuito.

Quattro le opere esposte che tratteggiano la vocazione realistica di Bergamo e Brescia nel periodo rinascimentale. Lorenzo Lotto, Alessandro Bonvicino, Giovan Girolamo Savoldo e Giovan Battista Moroni sono i pittori scelti da Francesco Frangi e Simone Facchinetti, curatori della rassegna ‘I capolavori del Rinascimento di Bergamo e Brescia’.

Evidente ne l’Adorazione dei pastori’ di Savoldo del 1540 l’innovativa dinamica del chiaroscuro che coinvolge l’intera scena e che anticipa la geniale tecnica del contrasto di luci e ombre di Caravaggio.

Il Rinascimento di Bergamo e Brescia a Palazzo Marino

Nelle ‘Nozze mistiche di Santa Caterina d’Alessandria e Niccolò Bonghi’, dipinta da Lotto nel 1523, la martire è rappresentata in ginocchio, mentre Gesù Bambino le mette al dito un anello come segno di mistica unione. Personaggi in pose eccentriche, mani intrecciate, colori brillanti e contrasti cromatici caratterizzano il dipinto.

Anche il quadro di Giovan Battista Moroni la ’Madonna col Bambino e i santi Caterina d’Alessandria, Francesco e l’offerente’ del 1555 raffigura l’eroina che incarna le doti di saggezza, rettitudine e castità cristiana che riceve da Gesù Bambino una rosa rossa, segno del martirio a cui è stata sottoposta a causa della sua incorruttibile fede.

Nel ‘San Nicola di Bari presenta gli allievi di Galeazzo Rovelli alla Madonna in trono con Bambino’ di Alessandro Bonvicino (detto il Moretto) dipinto nel 1539 i dettagli della realtà sono rappresentati minuziosamente e i richiami all’architettura classica dominano il dipinto.

E’ molto importante che le comunità di Milano, Bergamo e Brescia si riuniscano” ha spiegato il sindaco Giuseppe Sala. “E’ un regalo che queste città ci fanno e che noi apprezziamo molto perché saranno Capitali della Cultura nel 2023. Questa mostra casca proprio nel momento giusto per il nostro territorio che ha tanto sofferto e ripartirà certamente con un risveglio culturale notevole”.

La mostra Il Rinascimento di Bergamo e Brescia “rappresenta un’occasione importante per tenere a battesimo il sodalizio Brescia-Bergamo in viste del 2023 quando saremo, insieme, un’unica capitale della cultura” hanno commentato il Sindaco di Brescia Emilio Del Bono e Nadia Ghisalberti, assessora alla Cultura di Bergamo.

Ultime

Maggiolina, un quartiere, una sorpresa

La Maggiolina è un quartiere di Milano situato tra viale Zara e Melchiorre Gioia. Una zona residenziale dalle architetture...

Potrebbe interessarti