fbpx
32 C
Milan
sabato 31 Ottobre

Renato Serra, viale della circonvallazione e poi?

Renato Serra, circonvallazione esterna di Milano. Ma anche Renato Serra scrittore e critico letterario. Nato a Cesena nel 1884 da una famiglia benestante studia presso...

Palazzo Gonzaga-Guerrieri tra giardini e trompe-l’oeil

Più letti

Renato Serra, viale della circonvallazione e poi?

Renato Serra, circonvallazione esterna di Milano. Ma anche Renato Serra scrittore e critico letterario. Nato a Cesena nel 1884 da...

La città dei cani, mostra fotografica al Parco Sempione

Martedi 3 novembre, presso la biblioteca di Parco Sempione in viale Miguel de Cercantes a Milano, apre LA CITTÀ DEI...

Comprare casa: quando conviene acquistare dal costruttore

Comprare casa è un passo importante e spesso ci si ritrova a valutare l'acquisto di un immobile in costruzione. Indubbiamente...

Palazzo Gonzaga Guerrieri, una delle più rilevanti ville storiche della Lombardia, si trova a Volta Mantovana (Mn) tra le colline moreniche e a poca distanza dal lago di Garda.

Venne creato per volontà di Barbara di Brandeburgo, moglie di Ludovico Gonzaga tra il 1465 e il 1470. Non fu un’edificazione ex novo bensì una sistemazione ed un ampliamento dell’area interna al castello medievale a ridosso delle mura dove già erano presenti edifici di proprietà dei Gonzaga.

Barbara di Brandeburgo seguì passo a passo i lavori e creò una splendida residenza di campagna che venne ben sfruttata negli anni successivi dai Gonzaga. Nel 1515 il palazzo venne donato a Ludovico Guerrieri, fedele consigliere di Francesco Gonzaga. La proprietà venne ampliata e trasformata nel corso del tempo: nella prima metà del ‘500 venne creato il giardino superiore ricavato dalle fosse ormai inutilizzate della fortezza medievale, il secolo successivo venne creata la seconda terrazza. Nel corso del XVIII e XIX secolo videro la luce altri due terrazzamenti.

Particolare attenzione fu dedicata alla scelta delle piante che, sapientemente collocate, creavano un effetto scenografico suggestivo con i loro colori e sfumature. I Guerrieri rimasero proprietari del Palazzo Gonzaga-Guerrieri fino alla metà dell’Ottocento quando tornò per un breve periodo ai Gonzaga. Nel 1929 fu ereditato da Carlo Cavriani il quale lo vendette al comune di Volta Mantovana che qui stabilì la sede municipale.

Entrando nel palazzo si accede alla Sala del Camino chiamata così per la presenza di un grande camino in marmo rosso. Al piano superiore troviamo il Salone delle Feste decorato con pitture trompe-l’oeil da cui si accede alla Sala delle Forze di Ercole dove vi sono imponenti e splendide figure femminili. Accanto si trova la Camera del Re che ospitò Vittorio Emanuele nel 1909.

Nell’ala nord di Palazzo Gonzaga Guerrieri sono collocate le cucine cinquecentesche dove, grazie alla Mostra Permanente della Convivialità e del Vino nel Rinascimento, ci si può immergere nell’atmosfera dell’epoca.

Nei giardini infine si trova la Casa del Giardiniere dove oltre alla cantina di origine medievale c’è una limonaia risalente all’Ottocento posta all’interno dell’antica cappella. L’ambiente era riscaldato da grandi stufe a legna che garantivano la temperatura corretta alla sopravvivenza delle piante.

Palazzo Gonzaga Guerrieri è un’altra bella meta per una gita fuori porta. Segnate in agenda!

Palazzo Gonzaga Guerrieri - Foto Massimo Telò
Palazzo Gonzaga Guerrieri – Foto Massimo Telò

Leggi anche qui

Via dell’Orso: tra rotaie e pavè ecco il perchè del nome

Via dell'Orso: pavè e rotaie che, arrivando da via Cusani portano ad un incrocio davvero importante, quello tra via...

La città dei cani, mostra fotografica al Parco Sempione

Martedi 3 novembre, presso la biblioteca di Parco Sempione in viale Miguel de Cercantes a Milano, apre LA CITTÀ DEI CANI, mostra del fotografo siciliano...

Comprare casa: quando conviene acquistare dal costruttore

Comprare casa è un passo importante e spesso ci si ritrova a valutare l'acquisto di un immobile in costruzione. Indubbiamente acquistare direttamente in un cantiere...