fbpx
32 C
Milan
sabato 19 Settembre

Snøhetta, P35, Gioia 20 e P39: ecco qualche parola più semplice

Snøhetta, un nome che onestamente non so pronunciare. Ma la mia ignoranza non interessa in questa sede: questo è il nome dello studio di...

Bidet della Contessa, un nome curioso e misterioso

Più letti

Snøhetta, P35, Gioia 20 e P39: ecco qualche parola più semplice

Snøhetta, un nome che onestamente non so pronunciare. Ma la mia ignoranza non interessa in questa sede: questo è...

Sant’Agnese, la giovane con l’agnello in braccio

Sant’Agnese, via poco distante dall’Università Cattolica di Milano e dalla Basilica di Sant’Ambrogio, è stata una santa romana martirizzata...

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta Milano rappresenta la capitale economica del nostro Paese ed è...

Bidet della Contessa, cosa sarà mai? No, niente a che vedere con articoli sanitari o cose del genere.

Si tratta di uno splendido laghetto situato in Val di Mello dal nome singolare e misterioso. Sulla sua origine non abbiamo trovato niente di certo piuttosto diverse colorite supposizioni che fanno sorridere per la loro fantasia. A noi piace pensare che sia uno specchio d’acqua dove una bella e nobile donna amava entrare a fare il bagno e che, stregata dallo splendido contesto, tornava tutti i giorni ad immergersi nelle sue acque verdi e cristalline.

Ad ogni modo, qualunque sia l’origine del Bidet della Contessa, ci troviamo immersi in un paesaggio mozzafiato circondati dalle alte cime imbiancate che arrivano fino a 3300 metri di altezza con il Monte Disgrazia. Altro nome particolare questa volta legato ad una leggenda, secondo cui la malvagità e l’egoismo dell’uomo sono stati puniti con un intervento divino dalle dimensioni apocalittiche: fiamme altissime divamparono e divorarono i boschi ed enormi massi si staccarono dalla montagna e franarono lungo i fianchi. Ecco spiegato il motivo per cui il Pizzo Bello viene chiamato anche Monte Disgrazia.

Come si raggiunge la Val di Mello? Prendendo la Statale 36 dello Spluga che, proseguendo verso Morbegno, arriva ad Ardenno. Da qui bisogna seguire le indicazioni per la Val Masino e una volta giunti a San Martino bisogna lasciare la macchina. A questo punto potete decidere se proseguire a piedi oppure prendere un autobus. Qualunque sia la vostra scelta arriverete nella Val di Mello dove, seguendo il sentiero, arriverete al Bidet della Contessa.

E quando lo vedrete rimarrete rapiti. L’acqua cristallina è invitante e la voglia di farci un tuffo sarà la prima cosa che vi verrà in mente di fare, ma forse è meglio se prima testiate la temperatura con un piede, probabilmente cambierete idea!

La passeggiata al Bidet della Contessa è un’ottima idea per immergersi nella natura, un altro tesoro lombardo, fra i tanti, che vi stiamo raccontando su Viaggio in Lombardia.

Bidet della Contessa
Bidet della Contessa

Leggi anche qui

Orlocch, il cocktail di Se Parla Milanes

In occasione della terza giornata del dialetto milanese, gli amici del Bobino Club si sono inventati il cocktail, diventato...

Sant’Agnese, la giovane con l’agnello in braccio

Sant’Agnese, via poco distante dall’Università Cattolica di Milano e dalla Basilica di Sant’Ambrogio, è stata una santa romana martirizzata all’età di 12 anni durante...

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta

Da Milano in autobus: consigli per una gita fuori porta Milano rappresenta la capitale economica del nostro Paese ed è considerata la città della moda...