fbpx
32 C
Milan
lunedì 18 Gennaio

Niente sigaretta siamo milanesi: pensiero di un fumatore

La notizia non è certamente nuova: giusto un anno fa se ne parlò come di un provvedimento che sarebbe entrato in vigore da lì...

Aprica, dove lo sport è di casa!

Più letti

Niente sigaretta siamo milanesi: pensiero di un fumatore

La notizia non è certamente nuova: giusto un anno fa se ne parlò come di un provvedimento che sarebbe...

Casa Galimberti, quel liberty che tutti ammirano

Casa Galimberti è una delle più interessanti e originali opere del liberty milanese. Situata all’angolo tra via Malpighi e...

Finalmente domenica: oggi chi si muove!

Molti di voi avranno visto il film Fantozzi va in pensione. Una delle scene che mi ha sempre fatto...

Aprica, magnifica località della provincia di Sondrio annoverata tra le mete lombarde più ambite dagli appassionati di sport invernali, accontenta anche gli amanti delle escursioni che trovano pane per i loro denti con un’ampia scelta di itinerari.

Sin dai tempi remoti il passo dell’Aprica era un’importante via di comunicazione. Fu grazie al governo austriaco che venne costruita la strada che collega Edolo e la Val Camonica con Tresenda e la Valtellina.

A partire dalla fine del XIX secolo il comune ha saputo far crescere la sua vocazione turistica affermandola saldamente con il passare del tempo. Il primo albergo fu edificato già prima del 1870.

Aprica oggi è un comune autonomo ma in origine era una frazione del comune di Teglio. Nel 1871 venne presentata la richiesta per l’ottenimento dell’autonomia e ci vollero più di cinquant’anni prima di ottenerla.

Il comprensorio sciistico Aprica-Corteno comprende 50 km di piste serviti da 17 impianti di risalita. Il Palabione ha 1100 metri di dislivello ed è situato al centro del comprensorio. La Magnolta si trova più a ovest e raggiunge quota 2100. Poi c’è la Baradello che arriva a 1970 metri.

Non mancano ovviamente i tracciati per sci di fondo e per le ciaspole e nemmeno quelli per sci-escursionismo. Tra il 1975 e il 1981 Aprica ha ospitato le gare di Coppa del Mondo di sci alpino ed è stata la prima località lombarda a farlo.

In estate gli escursionisti possono percorrere più di 50 itinerari e per gli appassionati di mountain bike c’è un tracciato di 5 km a mezza costa. Fino al 2015 il comune aprichese è stata anche tappa d’arrivo del Giro d’Italia di ciclismo. E’ inoltre sede di partenza ed arrivo della Granfondo Internazionale Gavia & Mortirolo che una volta si chiamava Granfondo Marco Pantani.

Aprica è davvero una perla lombarda che, ne siamo sicuri, non appena le cose riprenderanno a girare per il verso giusto sarà un’ottima idea per ritemprare il corpo e lo spirito.

aprica
aprica

Leggi anche qui

Pokè Nights!

Pokè Nights! Da Milano a Honolulu il passo è breve, soprattutto in fatto di gusto. Pokè Nights nasce come un nuovo...